SEMINARIO di SICUREZZAONLINE.IT

Direttive ATEX – Valutazione del rischio esplosione e casi pratici

CONEGLIANO (TV) – Hotel Eurorest - 12 dicembre 2008 (14.30 – 19.00)

Scarica il programma del seminario ed il modulo per la registrazione
(in formato .pdf o
in formato .rtf)

La sede del seminario

Hotel Eurorest

Circonvallazione Viale Italia, 329

31015 Conegliano (TV)

Tel: +39 0438.32047 - Fax: +39 0438.35117

Come raggiungere l'hotel

La piantina da Google Maps

L'Hotel Eurorest è situato in posizione strategica lungo la Circonvallazione SS 13 Conegliano, che collega i capoluoghi di Treviso e Pordenone, sulla via che congiunge Venezia a Belluno. L'Hotel sorge a poche centinaia di metri dalla Statale 51, che porta alla città di Vittorio Veneto e a 2 chilometri dall'autostrada A 27 TV-BL.

È facilmente raggiungibile:
- dall'Autostrada A 27 TV-BL uscita Conegliano;
- dalla stazione ferroviaria, che dista un chilometro dalla struttura stessa.

Distanze:
- Treviso 30 km
- Pordenone 35 km 
- Jesolo 60 km
- Venezia 45 km
- Udine 90 km 
- Lignano 90 km
- Belluno 50 km 
- Padova 80 km 
- Cortina 100 km
- Aeroporto Canova (TV) 30 km
- Aeroporto Marco Polo (VE) 45 km 

Per qualsiasi informazione sull’evento potete contattare
la Segreteria
del Seminario ai seguenti riferimenti:

Tel.: 0422 629399 – Fax: 0422 92400 - e-mail: info@sicurezzaonline.it

Scarica il programma del seminario ed il modulo per la registrazione
(in formato .pdf o
in formato .rtf)

_________________________      

Altre strutture ricettive della Provincia di Treviso  

La Marca Trevigiana propone ai suoi ospiti una qualificata offerta di aziende agrituristiche, che si caratterizzano ormai per un’ampia proposta di servizi: somministrazione di pasti completi, spuntini, alloggio e agricampeggio, accanto a numerose attività culturali e ricreative legate al territorio rurale ed alle sue tradizioni.

Una proposta agrituristica intesa come vera e propria vetrina delle produzioni agroalimentari tipiche e delle tradizioni enogastronomiche della Marca Trevigiana.  

Agriturismi nella Provincia di Treviso

Tutte le strutture ricettive della Provincia di Treviso   

Scarica il programma del seminario ed il modulo per la registrazione
(in formato .pdf o
in formato .rtf)

Per qualsiasi informazione sull’evento potete contattare
la Segreteria
del Seminario ai seguenti riferimenti:

Tel.: 0422 629399 - Fax: 0422 92400 - e-mail: info@sicurezzaonline.it

Il turismo a Treviso e Provincia

Arte, tradizione e cultura veneta

 

Dietro i pesanti cancelli di ville e palazzi, sotto i portici e nei giardini. E' qui che si respira la signorilità e la raffinatezza di Treviso. Mentre una calda luce pennella le piazzette ciottolate, i vicoli silenziosi e le facciate della case affrescate.
Treviso e la sua provincia: un inno alla gioia in cui dominano bellezza e cultura.

" La Marca gioiosa et amorosa",
come già anticamente era chiamata, è un armonico equilibrio tra città e campagna. E oggi conserva una dimensione umana grazie al suo lento incedere, quasi scandito dal fluire delle acque dei fiumi Sile e Cagnan.  
Una città dove è semplicemente piacevole passeggiare ammirando case affrescate, chiese e palazzi. Un'atmosfera magica che prende per mano il turista e lo accompagna nelle "osterie" cittadine per ritrovare il gusto dell'allegria e della cortesia dei trevigiani.
Antiche mura veneziane ancora la cingono, e del suo passato Treviso conserva un patrimonio monumentale, storico e artistico di grande valore e dal sapore medievale.
Come gli eleganti palazzi in Piazza dei Signori, luogo di incontro e di "ciacole" per tutti i trevigiani. Tra questi spicca il Palazzo dei Trecento, edificio del XIII secolo e monumento più rappresentativo della città.
Pregevoli le architetture delle chiese. Tra queste il Duomo, ampio complesso dall'imponente facciata neoclassica, la Chiesa domenicana di S. Nicolò e la Chiesa di Santa Caterina dove si ammirano i meravigliosi affreschi della Storia di Sant'Orsola, di Tomaso da Modena. 
Passeggiando per il centro storico di Treviso si resta incantati davanti alla Casa dei Carraresi, con la sua sobria facciata romanica e le eleganti bifore e trifore, oggi sede di importanti mostre a livello internazionale. Poco distante è la Loggia dei Cavalieri, una singolare costruzione quadrilatera con archi a tutto sesto su tre lati, poggiati su esili colonne e capitelli in pietra viva.

Di non minore interesse sono poi le maestose chiese, luoghi di culto, ma anche meta di pellegrinaggi artistici e culturali: il Tempio di San Nicolò innanzi tutto uno dei maggiori esempi dello stile romanico-gotico del Veneto, il polo religioso romanico Battistero/Vescovado/Cattedrale al cui interno è conservata una splendida Annunciazione del Tiziano e le Chiese di Santa Lucia e di San Francesco.
Da non perdere il Museo Bailo, le storie di Sant'Orsola al Museo di Santa Caterina, la Sala del Capitolo dei Domenicani in Seminario, la Saletta dei Rettori al Monte di Pietà e il Museo Diocesano di Arte Sacra.
Treviso è molto celebre anche per i suoi affreschi. Le facciate delle dimore di epoca medievale hanno caratteristici motivi geometrici, a finte tappezzerie o a finti mattoni, oppure composizioni figurative a soggetto sacro, allegorico e mitologico.

I pittoreschi balconi fioriti, i curati giardini, le girandole in ferro battuto sui tetti, le ruote dei mulini che girano pazientemente lungo canali, i vecchi ponticelli, i portici con i soffitti di legno decorato: sono alcuni degli scorci che Treviso regala a chi la visita.
 
Un piccolo salotto dipinto sull'acqua, chiuso dal fiume Sile e attraversato dai tanti bracci del Botteniga detti Cagnani: questa è la Treviso del centro storico, di impianto romano sviluppatasi nel medioevo, con splendidi rimaneggiamenti gotici, rinascimentali e ottocenteschi, disseminata di vialetti, palazzi, isolotti, vecchie osterie. (Fonte: Veneto.to)
 

Sito web non istituzionale relativo a Treviso e provincia: http://www.trevisoweb.com   

La provincia di Treviso

Anche l'intera provincia trevigiana, attraverso suggestivi itinerari, apre le porte alla scoperta di ville, castelli e abbazie, di interesse storico, artistico e ambientale, occasione per immergersi in atmosfere d'altri tempi, magari tra quelle feste e sagre di paese che, sopravvivendo al tempo, segnano le stagioni della natura e dell'uomo.
Molte di questi eventi popolari sono dedicate ai prodotti della terra, prodotti tipici di cui la Marca trevigiana vanta alcuni illustri esempi del panorama eno-gastronomico nazionale. Primo fra tutti il radicchio: il fiore rosso lanceolato di Treviso e il fiore variegato a cuore aperto di Castelfranco speciali insalate che hanno caratterizzato un vero e proprio itinerario turistico che si snoda attraverso città murate e ville palladiane, dall'architettura perfettamente inserita nel paesaggio.
L'altra gustosa "Via" di cui Treviso va fiera, è quella del Prosecco: il Doc di Conegliano Valdobbiadene è infatti il vino italiano che vanta più imitazioni, ma è l'intreccio infinito di vigneti lungo le dolci colline trevigiane, intriso di un'arte viticola per larga parte ancora a misura d'uomo, che non può essere imitato.
Tra le produzioni locali, davvero di "marca", protagoniste dei piatti della cucina locale, è doveroso ricordare l'asparago di Badoere e Cimadolmo, il peperone di Zero Branco e i marroni del Montello.
Gli itinerari della Provincia di Treviso, zona caratterizzata da pascoli, vigneti, boschi e casolari, nonché sede di suggestioni medioevali come il Castello di San Salvatore a Susegana, contemplano la visita di alcuni caratteristici comuni. Partendo dall'alta Marca Vittorio Veneto, città di antiche tradizioni industriali, del ferro e della seta, conserva nel Duomo la Pala di Tiziano ed è meta di chi, seguendo la strada del vino bianco si perde tra colline, buone bevute e assaggi di funghi e soppresse. Poco più a sud, Conegliano città del Cima, di cui conserva la casa natale, ha come simbolo il "Castello" da cui è possibile ammirare il suggestivo scenario pedemontano.
Il più affascinante centro storico della Marca è Asolo, in posizione collinare e dominato da una rocca di origine misteriosa, noto per la sua secolare tradizione artigiana e manuale. Di notevole interesse a pochi chilometri da Asolo anche Possagno, paese natale di Antonio Canova, per la presenza della Gypsoteca e del Tempio. Degna di nota è anche la magnifica Villa Barbaro di Andrea Palladio a Maser. Poco più a est di Asolo, si incontra Montebelluna, capitale di un distretto produttivo tra i più famosi al mondo, lo "scarpone da montagna", la cui storia industriale è raccolta nel museo di Villa Zuccareda.
Proseguendo in direzione Treviso, si visita Oderzo il più antico centro paleoveneto e romano e Portobuffolé, ben conservato borgo medioevale sede di un apprezzato mercato dell'antiquariato.
Chiude l'itinerario, nella parte sud orientale della Provincia di Treviso Castelfranco, città murata che annovera tra i suoi gioielli oltre al Castello e il Teatro Accademico, la Sacra Conversazione del Giorgione, la famosa pala conservata nel Duomo recentemente restaurata. In questo vivace centro si è nel tempo sviluppata una prestigiosa scuola alberghiera di fama internazionale e il maggior conservatorio musicale della Provincia.

Parco Naturale del Fiume Sile

Fin dai tempi più remoti il clima mite dell'area, la navigabilità delle acque, la vicinanza con il mare, la copiosità di risorgive e la ricchezza boschiva del territorio circostante (il paesaggio, per quanto simile, non era comunque quello attuale) attraggono al Sile popolazioni che si fermano lungo le sue rive. Numerosi reperti di un'importante cultura palafitticola lo testimoniano.

http://www.parks.it/parco.fiume.sile/

Attraverso il portale della Provincia di Treviso potrete accedere a tutte le informazioni turistiche della Marca Trevigiana.

Per ulteriori informazioni visitate il sito internet: http://turismo.provincia.treviso.it/

Scarica il programma del seminario ed il modulo per la registrazione
(in formato .pdf o
in formato .rtf)

Per qualsiasi informazione sull’evento potete contattare
la Segreteria
del Seminario ai seguenti riferimenti:

Tel.: 0422 629399 - Fax: 0422 92400 - e-mail: info@sicurezzaonline.it

  

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi