Scadenzario

       

NOVEMBRE 2004

      
Home page  >  Indice scadenzario

SCADENZA

ADEMPIMENTO - OBBLIGO

15.11.2004

Denuncia degli infortuni nel settore estrattivo - Entro questa data il direttore responsabile dei lavori deve trasmettere, all'autorità di vigilanza competente, un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.
Scadenza mensile

(Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25/11/1996, n. 624)

20.11.2004

Denuncia al CONAI e calcolo del contributo sugli imballaggi relativo al mese di ottobre 2004 - Entro il 20 novembre gli iscritti al CONAI ed in regime di dichiarazione mensile, devono calcolare sulla base delle fatture emesse o dei documenti ricevuti il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente distinguendo gli importi relativi a ciascuna tipologia di materiale e indicando il relativo consorzio o altro soggetto associativo costituito ai sensi dell'art. 38, comma 3, del D.Lgs. n. 22/97 (Decreto Ronchi). Gli importi dovuti dovranno essere versati al CONAI entro 90 giorni su uno o più dei sei conti correnti bancari, ognuno relativo a una tipologia di materiale. La dichiarazione deve essere presentata ogni mese dalle imprese che nell'anno solare precedente hanno dichiarato un contributo ambientale per singolo materiale di importo superiore a 60 milioni.
La liquidazione deve essere conforme al modello allegato al regolamento CONAI e deve essere conservata dal consorziato in apposito registro per cinque anni.
Scadenza mensile

(Art. 7, comma 10 - Regolamento CONAI)

20.11.2004

Sostanze e preparati pericolosi - Entra oggi  in vigore oggi il D.Lgs. 28/7/2004, n. 260: ''Disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 14 marzo 2003, n. 65, concernente la classificazione, l'imballaggio e l'etichettatura dei preparati pericolosi.''

(D.Lgs. 27/7/2004, n. 260)

20.11.2004

Giocattoli al PVC, divieto di vendita fino al novembre 2004 - Diciottesima proroga per il divieto di commercializzazione dei giocattoli in PVC (cloruro di polivinile) destinati a venir a contatto con la bocca dei bambini.
L'ennesimo rinnovo del divieto è riportato nella Decisione 2004/624/CE, che modifica il termine contenuto nel provvedimento madre in materia, ossia la decisione 1999/815/CE, spostandolo dal 20 agosto al medesimo giorno del novembre 2004.
Il divieto riguarda i giocattoli in PVC contenenti gli "ftalati" (additivi utilizzati per ammorbidire la plastica, tossici per ingestione) elencati nella decisione 1999/815/Ce, ossia: ftalato di diisononile (DINP), ftalato di bis(2-etilesile) (DEHP), ftalato di dibutile (DBP), ftalato di dipentile (DIDP), ftalato di diottile (DNOP), ftalato di butilbenzile (BBP).

23.11.2004

Norme europee armonizzate per l'edilizia - Ha fine oggi il periodo di coesistenza (1) per la seguente norma, emanata dal CEN (2) come norma europea armonizzata:

EN 1917:2002 Pozzetti e camere di ispezione di calcestruzzo non armato, armato e rinforzato con fibre di acciaio.

(1) La data in cui ha fine il periodo di coesistenza è la stessa a partire dalla quale la presunzione di conformità deve essere basata sulle specifiche tecniche armonizzate (norme armonizzate oppure benestare tecnici armonizzati). Essa coincide con la data di ritiro delle specifiche tecniche nazionali in contrasto con quelle armonizzate.

(2) Organismo europeo di normalizzazione: CEN - rue de Stassart/Stassartstraat 36, B-1050 Bruxelles, tel. (32-2) 550 08 11, fax (32-2) 550 08 19 (www.cenorm.be).

NOTA: tutte le informazioni relative alla disponibilità delle norme si possono ottenere dagli organismi europei di normalizzazione o dagli istituti nazionali di normalizzazione. Tutte le informazioni relative alla disponibilità delle guide ETA si possono ottenere dall'EOTA o dai suoi membri. La pubblicazione dei riferimenti nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee non comporta la disponibilità delle specifiche tecniche armonizzate in tutte le lingue comunitarie. Ulteriori specifiche tecniche armonizzate relative alla direttiva «Prodotti da costruzione» sono state pubblicate in precedenti edizioni della Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. Un aggiornato elenco completo può essere consultato via Internet sul server Europa:

http://europa.eu.int/comm/enterprise/construction/internal/specdef/speclists.htm

(Gazzetta ufficiale delle Comunità europee C 320 del 20/12/2002)

30.11.2004

IPPC - L’Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici (APAT già ANPA) deve trasmettere al Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio i dati relativi alle comunicazioni annuali IPPC ricevute a norma dell’art. 4 del D.M. 23 novembre 2001, recante “Dati, formato e modalità della comunicazione di cui all’art. 10, comma 1, del decreto legislativo 4 agosto 1999 n.  372”.

(Art. 4, comma 5, D.M. 23/11/2001)

30.11.2004

Riduzione delle emissioni e l’impiego di piantagioni forestali per l’assorbimento del carbonio - Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio, annualmente, deve trasmettere al Parlamento una relazione inerente l’attuazione dei programmi sia nazionali sia internazionali per la riduzione delle emissioni e l’impiego di piantagioni forestali per l’assorbimento del carbonio (Protocollo di Kyoto).

(Art. 2, c. 3 e 4, legge 1/6/2002 n. 120)

30.11.2004

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 30 novembre 2004 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e delle Infrastrutture e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6). Rimangono, comunque, esclusi i voli di Stato, quelli sanitari e di emergenza. La comunicazione serve per consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
Tale obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999 e cioè dall’entrata in vigore del D.P.R. 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del D.P.R. 496/1997.
Sono esentati i voli di Stato, sanitari e di emergenza.
Scadenza mensile

(Art. 1, D.P.R. 9/11/1999, n. 476)

30.11.2004

Campionamento acque da balneazione - Entro oggi, 30 novembre 2004, le ARPA devono trasmettere al Ministero della salute i risultati dei campionamenti effettuati sulla qualità delle acque di balneazione nel mese di ottobre 2004.
Le analisi vanno eseguite in base a:
- parametri;
- valori limite;
- frequenza campioni;
- metodi di analisi;
indicati nell'allegato 1 al Dpr 8 giugno 1982, n. 470.
Scadenza mensile

(Art. 2, lett. c) e d) - Art. 4, c. 3 del D.P.R. 8/6/1982, n. 470 - Art. 18, c. 1, lett. b) della Legge 29/12/2000, n. 422 - Legge Comunitaria 2000)

Home page  >  Indice scadenzario
  
   
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità per possibili errori od omissioni nei testi
e negli ipertesti più sopra riportati, nonché per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni in essi contenuti.
       

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi