Scadenzario

       

DICEMBRE 2003

                 
Home page  >  Indice scadenzario

SCADENZA

ADEMPIMENTO - OBBLIGO

01.12.2003

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 01 dicembre 2003 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e delle Infrastrutture e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6). Rimangono, comunque, esclusi i voli di Stato, quelli sanitari e di emergenza. La comunicazione serve per consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
Tale obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999 e cioè dall’entrata in vigore del D.P.R. 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del D.P.R. 496/1997.
Sono esentati i voli di Stato, sanitari e di emergenza.
Scadenza mensile

(Art. 1, D.P.R. 9/11/1999, n. 476)

01.12.2003

Campionamento acque da balneazione - Entro oggi, 01 dicembre 2003, le ARPA devono trasmettere al Ministero della salute i risultati dei campionamenti effettuati sulla qualità delle acque di balneazione nel mese di ottobre 2003.
Le analisi vanno eseguite in base a:
- parametri;
- valori limite;
- frequenza campioni;
- metodi di analisi;
indicati nell'allegato 1 al Dpr 8 giugno 1982, n. 470.
Si ricorda che la legge 11 luglio 2002, n. 140 (di conversione del Dl 10 maggio 2002, n. 92) ha prorogato al 31 dicembre 2003 il termine entro il quale varranno limiti più permissivi sulla presenza di ossigeno (tra 50 e 170) nelle acque balneabili in deroga a quanto disposto dal citato D.P.R. 470.
Scadenza mensile

(Art. 2, lett. c) e d) - Art. 4, c. 3 del D.P.R. 8/6/1982, n. 470 - Art. 18, c. 1, lett. b) della Legge 29/12/2000, n. 422 - Legge Comunitaria 2000)

01.12.2003

IPCC: Trasmissione comunicazioni - L'Agenzia nazionale per la protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici (APAT) deve trasmettere entro oggi al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio i dati relativi alle comunicazioni annuali ricevute a norma dell'art. 4 del D.M. 23/11/2001.
Scadenza annuale

(Art. 4, c. 5, D.M. 23/11/2001)

01.12.2003

Relazione annuale sullo stato di attuazione dei programmi del protocollo di Kyoto - Scade oggi il termine annuale entro il quale il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio deve presentare al Parlamento una Relazione illustrativa sullo stato di attuazione dei programmi pilota nazionali e internazionali per la riduzione delle emissioni.
Scadenza annuale

(Art. 2, c. 3 e 5, Legge 1/6/2002, n. 120)

13.12.2003

Depuratori e smaltimento relativi fanghi - Le Regioni devono trasmettere entro oggi all'Agenzia nazionale per la protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici (APAT) le informazioni relative alla funzionalita' dei depuratori, nonche' quelle relative allo smaltimento dei relativi fanghi.
Scadenza biennale

(Art. 28, c. 8, D.Lgs. 152/1999)

14.12.2003

Adeguamento limiti di emissione impianti di recupero di rifiuti pericolosi - Entra oggi in vigore l'obbligo di adeguamento alle prescrizioni ed ai valori limite di emissione in atmosfera ex Allegato I, sub Allegato 2, D.M. n. 161/2002, a carico dei titolari di tutti gli impianti che alla data di entrata in vigore del D.M. n. 161/2002 effettuavano gia' operazioni di recupero dei rifiuti individuati nell'allegato I, ex art. 33, comma 6, D.Lgs. n. 22/1997 e succ. mod.

(Art. 9, c. 1, D.M. 12/6/2002, n. 161)

15.12.2003

Certificazioni ISO 9001:2000 - Le certificazioni emesse secondo le norme del Norme ISO 9001/2:1994 cesseranno di essere valide oggi 15 Dicembre 2003; dovranno essere sostituite con le nuove Norme ISO 9001/2:2000.
In occasione della Assemblea Annuale dell'IAF (International Accreditation Forum), svoltasi a Bratislava nel mese di Settembre, è stato ribadito che i certificati rilasciati in base alla normativa ISO 9001:1994, ISO 9002:1994, ISO 9003:1994 cesseranno di validità il 15 Dicembre 2003. A partire da quella data, dunque, l'unica forma di certificazione di sistema qualità valida e riconosciuta sarà a fronte della normativa ISO 9001:2000.
Il
comunicato (in formato PDF) dell'IAF, ripreso dal SINCERT, sgombra il campo da ogni ambiguità, fugando i dubbi di chi ancora ipotizzava un'estensione del periodo di validità della normativa ISO 9000 edizione 1994.

(www.sincert.it)

15.12.2003

Denuncia degli infortuni nel settore estrattivo - Entro questa data il direttore responsabile dei lavori deve trasmettere, all'autorità di vigilanza competente, un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.
Scadenza mensile

(Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25/11/1996, n. 624)

18.12.2003

Trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente - Entra oggi in vigore la Legge 11/8/2003, n. 212:
"Disciplina dell'attivita' di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente.".

(Legge 11/8/2003, n. 212 - G.U.R.I. 18/8/2003, n. 190)

20.12.2003

Denuncia al CONAI e calcolo del contributo sugli imballaggi relativo al mese di novembre 2003 - Entro il 20 dicembre gli iscritti al CONAI ed in regime di dichiarazione mensile, devono calcolare sulla base delle fatture emesse o dei documenti ricevuti il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente distinguendo gli importi relativi a ciascuna tipologia di materiale e indicando il relativo consorzio o altro soggetto associativo costituito ai sensi dell'art. 38, comma 3, del D.Lgs. n. 22/97 (Decreto Ronchi). Gli importi dovuti dovranno essere versati al CONAI entro 90 giorni su uno o più dei sei conti correnti bancari, ognuno relativo a una tipologia di materiale. La dichiarazione deve essere presentata ogni mese dalle imprese che nell'anno solare precedente hanno dichiarato un contributo ambientale per singolo materiale di importo superiore a 60 milioni.
La liquidazione deve essere conforme al modello allegato al regolamento CONAI e deve essere conservata dal consorziato in apposito registro per cinque anni.
Scadenza mensile

(Art. 7, comma 10 - Regolamento CONAI)

31.12.2003

Adeguamento alla regola tecnica per i depositi di GPL di capacità superiore ai 5 mc - Il decreto del Ministero dell'Interno 16/10/2002 stabilische che il termine per la realizzazione delle opere di adeguamento alla regola tecnica di prevenzione incendi di cui al paragrafo 15.2.1, titolo XV, dell'allegato al decreto del Ministro dell'interno di concerto con quello dell'industria, del commercio e dell'artigianato 13 ottobre 1994 è prorogato al 31 dicembre 2003.

(D.M. 16/10/2002, G.U.R.I. 5/11/2002, n. 259)

31.12.2003

Inquinamento atmosferico - Con la decisione 2001/839/CE, la Commissione UE ha diffuso un questionario che le Pubbliche amministrazioni europee dovranno utilizzare per comunicare ciclicamente, secondo quanto previsto dalla Direttiva 96/62/CE ("Valutazione e gestione della qualita' dell'aria ambiente), tutti i dati relativi allo stato di inquinamento atmosferico del territorio nazionale.
Per l'Italia, il meccanismo di trasmissione dei dati all'UE e' quello stabilito dal D.Lgs. 351/1999, che ha recepito la direttiva comunitaria. Le Regioni comunicano i valori rilevati nel territorio di loro competenza all'ANPA (Agenzia nazionale per la protezione dell'ambiente); quest'ultima poi li invia al Ministero dell'Ambiente per l'inoltro alla Commissione Europea.
Entro il 31 dicembre 2003 devono essere trasmessi i piani ed i programmi che si intendono adottare per ridurre l'inquinamento ai limiti consentiti.

(Decisione 2001/839/CE (Direttiva 96/62/CE - Questionario annuale sulla qualita' dell'aria) - D.Lgs. 4 agosto 1999, n. 351 (Attuazione della direttiva 96/62/CE sulla qualita' dell'aria) - Direttiva 96/62/CE (Qualita' dell'aria))

31.12.2003

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 31 dicembre 2003 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e delle Infrastrutture e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6). Rimangono, comunque, esclusi i voli di Stato, quelli sanitari e di emergenza. La comunicazione serve per consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
Tale obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999 e cioè dall’entrata in vigore del D.P.R. 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del D.P.R. 496/1997.
Sono esentati i voli di Stato, sanitari e di emergenza.
Scadenza mensile

(Art. 1, D.P.R. 9/11/1999, n. 476)

31.12.2003

Campionamento acque da balneazione - Entro oggi, 31 dicembre 2003, le Arpa devono trasmettere al Ministero della salute i risultati dei campionamenti effettuati sulla qualità delle acque di balneazione nel mese di novembre 2003.
Le analisi vanno eseguite in base a:
- parametri;
- valori limite;
- frequenza campioni;
- metodi di analisi;
indicati nell'allegato 1 al Dpr 8 giugno 1982, n. 470.
Si ricorda che la legge 11 luglio 2002, n. 140 (di conversione del Dl 10 maggio 2002, n. 92) ha prorogato al 31 dicembre 2003 il termine entro il quale varranno limiti più permissivi sulla presenza di ossigeno (tra 50 e 170) nelle acque balneabili in deroga a quanto disposto dal citato D.P.R. 470.
Scadenza mensile

(Art. 2, lett. c) e d) - Art. 4, c. 3 del D.P.R. 8/6/1982, n. 470 - Art. 18, c. 1, lett. b) della Legge 29/12/2000, n. 422 - Legge Comunitaria 2000)

31.12.2003

Direttiva prodotti da costruzione - Entro la fine del 2003 saranno 40 le norme armonizzate, ai sensi della direttiva 89/106 sui prodotti da costruzione, per le quali si concluderà il periodo di coesistenza con i Regolamenti nazionali (e che pertanto introdurranno la marcatura CE obbligatoria per i prodotti coperti dalle norme stesse).
Per 33 di esse, riguardanti accessori per serramenti, additivi per calcestruzzo, appoggi strutturali, calce, cemento, elementi per recinzioni di calcestruzzo, geotessili, gesso, impianti di sollevamento delle acque reflue e isolanti termici, il periodo di coesistenza si è già concluso. Ciò significa che sul mercato dovrebbero essere ammessi solo prodotti marcati CE secondo la norma armonizzata di riferimento.
Per una completa entrata in vigore della direttiva, le autorità competenti nei diversi Paesi UE stabiliscono, attraverso decreti nazionali di recepimento, quali caratteristiche essenziali contenute nell'appendice ZA della norma armonizzata sono applicabili sul loro territorio (caratteristiche per le quali la marcatura CE deve essere accompagnata dal valore dichiarato dal produttore) e quali caratteristiche, invece, non lo sono, in quanto non contemplate da Regolamenti nazionali preesistenti. In tali casi, infatti, la direttiva prevede la possibilità di immettere sul mercato prodotti senza dover dichiarare le prestazioni per quella data caratteristica, ricorrendo all’opzione NPD (No Performance Determined).
In Italia, il Comitato Costruzioni dell’UNI ha ritenuto opportuno farsi parte attiva pervenendo alla definizione di una proposta sui criteri di recepimento delle norme europee armonizzate, quale contributo da sottoporre alle autorità competenti, le quali restano ovviamente libere di utilizzare tali proposte secondo le loro procedure di predisposizione dei Decreti di recepimento.
Per quanto concerne la Francia, il sistema di recepimento delle norme armonizzate è basato sul Decreto n° 92-647 concernente l’idoneità all’impiego dei prodotti da costruzione e consiste in successive pubblicazioni sul JORF (Journal Officiel de la République Française), a cura dei ministeri competenti, di decisioni (arrêté) e raccomandazioni (avis), per ciascun prodotto (o famiglia di prodotto) oggetto di norma armonizzata. In termini generali, le decisioni stabiliscono i termini di entrata in vigore della norma armonizzata in Francia (citazione del riferimento, date di entrata in vigore), mentre le raccomandazioni riprendono sostanzialmente la parte dell’appendice ZA, della norma armonizzata, che indica i sistemi di attestazione di conformità applicabili e gli organismi notificati competenti.
In Germania, invece, il riferimento alle norme armonizzate ai sensi della direttiva 89/106, avviene su 3 livelli da parte delle autorità competenti, nonché, in aggiunta, nelle specifiche dei contratti di costruzione. I cosiddetti “Bauregelliste B”, emessi dai Länder, contengono i riferimenti delle norme armonizzate citate nella Gazzetta Ufficiale europea (GUCE). C’è inoltre una lista di “Technische Baubestimmungen”, i quali stabiliscono cosa deve essere fatto o cosa deve essere considerato per progettare e realizzare un’opera. Anche questi documenti sono emessi dai Länder. Ci sono infine i “Bundensanzeiger”, simili alla GUCE. Solo quando una DIN EN ….. (di recepimento di una norma armonizzata) è citata nel “Bundensanzeiger” è possibile, in Germania, marcare CE i prodotti. Questi documenti sono di competenza del Governo federale.
Infine, in Spagna il sistema di recepimento delle norme armonizzate è basato sul Decreto 29-11-2001 del ministero della Scienza e Tecnologia, concernente i criteri di entrata in vigore della marcatura CE sui prodotti da costruzione, e consiste in successive pubblicazioni sul BOE (Boletìn Oficial del Estado), a cura della Direzione Generale per la Politica Tecnologica, dell’elenco delle norme spagnole UNE EN … (periodicamente aggiornato) di recepimento delle norme armonizzate. L’elenco contiene l’indicazione di numero e titolo di tali norme, la data di inizio e fine del periodo di coesistenza con i Regolamenti nazionali, nonché i riferimenti degli Organismi notificati, ove pertinente.

UNI, Alberto Galeotto - Comparto Costruzioni
tel. 02 70024.403, fax 02 70106106:
e-mail: costruzioni@uni.com

Home page  >  Indice scadenzario
  
  
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità per possibili errori od omissioni nei testi
e negli ipertesti più sopra riportati, nonché per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni in essi contenuti.
         

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi