Scadenzario

        

SETTEMBRE 2003

       
Home page  >  Indice scadenzario

SCADENZA

ADEMPIMENTO - OBBLIGO

01.09.2003

Norma CEI 64/8 per gli impianti elettrici utilizzatori di bassa tensione - Entra in vigore oggi la quinta edizione della norma CEI 64/8 per gli impianti elettrici utilizzatori di bassa tensione.

01.09.2003

Nuovi modelli per i libretti di impianto e di caldaia - Il Decreto del Ministero delle attività produttive 17 marzo 2003 prescrive che, dal primo settembre, debbano essere adottati nuovi modelli per il libretto di impianto (per gli appartamenti termoautonomi) e il libretto di centrale (per gli stabili con caldaia centralizzata), in sostituzione dei modelli prescritti dal D.P.R. 412 del 1993. Le sanzioni per gli inadempienti vanno da 516,46 € a 2.582,28 €. I nuovi libretti andranno conservati insieme a quelli vecchi. Scopo dei libretti è attestare le caratteristiche dell'impianto, i suoi consumi, i suoi rendimenti, i controlli di manutenzione periodici. I libretti certificano così il grado di sicurezza della caldaia, dei suoi scarichi e dei locali in cui è ospitato, e il relativo grado di risparmio energetico. Tra le novità dei nuovi modelli vi sono nuove schede da compilare per la descrizione dell'impianto, per la comunicazione agli enti locali di controllo della nomina del responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto e per calcolare i consumi energetici. Le responsabilità sono distribuite tra proprietario o inquilino, amministratore condominiale, installatore, manutentore, eventuale responsabile della gestione dell'impianto calore. I nuovi libretti dovranno essere forniti ai possessori di impianti dal responsabile della ditta di manutenzione e gestione. Per i nuovi impianti, i libretti verranno direttamente forniti dal costruttore della caldaia, insieme alle istruzioni tecniche. I costi per l'utenza saranno contenuti: da uno a due euro per libretto nelle librerie tecniche. La compilazione dei libretti riguarda sia l'utilizzatore dell'impianto, se autonomo, o l’amministratore condominiale, se centralizzato, che deve annotare le nomine che cambiano nel tempo di chi effettua la manutenzione o l'intera gestione dell'impianto termico e i consumi di combustibile ogni anno, sia l'installatore dell'impianto, che deve darne una dettagliata descrizione, nonché effettuarne il primo collaudo. Il responsabile della manutenzione annuale deve verificare anche i rendimenti di combustione.

(D.M. 17/3/2003 - G.U.R.I. n. 86 del 12/4/2003, Suppl. Ordinario n. 60)

01.09.2003

Vietata la vendita dei caschi DGM - Dal 1° settembre è vietata la commercializzazione sul territorio nazionale dei caschi protettivi per ciclomotore individuati dal marchio di omologazione DGM (Direziono Generale Motorizzazione), e comunemente detti "a padella",
Tali caschi - non più omologati dal 1° settembre dello scorso anno, in base al decreto del Ministro dei Trasporti e della Navigazione del 28 luglio 2000 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 203 del 31.8.2000 - hanno caratteristiche tecniche inferiori a quelle previste dalla normativa internazionale per i caschi da motociclista.
Il decreto suddetto,vietando prima l'omologazione e quindi la commercializzazione dei caschi DGM, ha voluto quindi elevare lo standard di sicurezza e protezione anche per i conducenti di ciclomotori, considerata soprattutto la larga diffusione di tale mezzo di trasporto, anche fra i più giovani.
I conducenti di ciclomotori che possedessero un casco DGM possono peraltro, continuare legittimamente ad usarlo, approfittando magari della prima occasione utile per proteggere meglio la propria testa con un casco da motociclista.

04.09.2003

Imprese di facchinaggio - Entra oggi in vigore il D.I. 30/6/2003, n. 221:
"Regolamento recante disposizioni di attuazione dell'articolo 17 della legge 5 marzo 2001, n. 57, in materia di riqualificazione delle imprese di facchinaggio.".

(D.I. 30/6/2003, n. 221 - G.U.R.I. 20/8/2003, n. 192)

05.09.2003

Regolamento sui contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili - Entra oggi in vigore il D.P.R. 3/7/2003, n. 222:
"Regolamento sui contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili, in attuazione dell'articolo 31, comma 1, della legge 11 febbraio 1994, n. 109.".

(D.P.R. 3/7/2003, n. 222 - G.U.R.I. 21/8/2003, n. 193)

10.09.2003

Rischio di atmosfere esplosive - Entra oggi in vigore il D.Lgs. 12/6/2003, n. 233:
"
Attuazione della direttiva 1999/92/CE relativa alle prescrizioni minime per il miglioramento della tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori esposti al rischio di atmosfere esplosive.".

(D.Lgs. 12/06/2003, n. 233 - G.U.R.I. 26/8/2003, n. 197)

11.09.2003

Uso delle attrezzature di lavoro da parte dei lavoratori - Entra oggi in vigore il D.Lgs. 8/7/2003, n. 235:
"
Attuazione della direttiva 2001/45/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature di lavoro da parte dei lavoratori.".

(D.Lgs. 12/06/2003, n. 235 - G.U.R.I. 27/8/2003, n. 198)

14.09.2003

Struttura organizzativa del Ministero del lavoro e delle politiche sociali - Entra oggi in vigore il D.Lgs. 11/8/2003, n. 241:
"
Modifiche al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, concernenti la struttura organizzativa del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, a norma dell'articolo 1 della legge 6 luglio 2002, n. 137.".

(D.Lgs. 11/08/2003, n. 241 - G.U.R.I. 30/8/2003, n. 201)

15.09.2003

Denuncia degli infortuni nel settore estrattivo - Entro questa data il direttore responsabile dei lavori deve trasmettere, all'autorità di vigilanza competente, un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.
Scadenza mensile

(Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25/11/1996, n. 624)

15.09.2003

Posizioni assicurative INAIL - Il datore di lavoro, interessato a ottenere l’autorizzazione all’accentramento presso un’unica sede dell’INAIL delle posizioni assicurative concernenti lavori diversi da quelli a carattere temporaneo, di cui all’art. 11, DM 18 giugno 1988 e successive modifiche, deve presentare motivata istanza, corredata dalla copia del provvedimento di autorizzazione all’accentramento della tenuta dei documenti di lavoro rilasciata dalla direzione provinciale del lavoro nella cui circoscrizione si trova la sede INAIL presso la quale si chiede l’accentramento.

(Art. 12, D.M. 18/6/1988 - D.M. 24/2/1998)

15.09.2003

Autorità di regolazione dei servizi di pubblica utilità del settore - I soggetti esercenti il servizio di pubblica utilità nel settore dell'energia elettrica e del gas devono trasmettere al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Direzione centrale per la riscossione, gli elementi identificativi dell’avvenuto versamento dell’onere derivante dall’istituzione e dal funzionamento dell’Autorità di regolazione dei servizi di pubblica utilità del settore.

(Art. 1, commi 1 e 2, D.M. 12/1/1999, D.M. 12/7/1996, D.M. 29/7/1997)

15.09.2003

Risparmio di carburante ed emissioni di CO2 degli autoveicoli - I costruttori ed i responsabili dei punti vendita di autoveicoli ex art. 1, comma 1, lett. f-d del DPR 84/2003, devono fornire le informazioni relative al risparmio di carburante ed alle emissioni di CO2 degli autoveicoli prodotti/venduti, come necessarie all’applicazione del programma di informazione ai consumatori appositamente da elaborare a cura del Ministero delle Attività Produttive.

(Art. 1, c. 1, lett. f-d, D.P.R. 84/2003)

20.09.2003

Denuncia al CONAI e calcolo del contributo sugli imballaggi relativo al mese di agosto 2003 - Entro il 20 settembre gli iscritti al CONAI ed in regime di dichiarazione mensile, devono calcolare sulla base delle fatture emesse o dei documenti ricevuti il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente distinguendo gli importi relativi a ciascuna tipologia di materiale e indicando il relativo consorzio o altro soggetto associativo costituito ai sensi dell'art. 38, comma 3, del D.Lgs. n. 22/97 (Decreto Ronchi). Gli importi dovuti dovranno essere versati al CONAI entro 90 giorni su uno o più dei sei conti correnti bancari, ognuno relativo a una tipologia di materiale. La dichiarazione deve essere presentata ogni mese dalle imprese che nell'anno solare precedente hanno dichiarato un contributo ambientale per singolo materiale di importo superiore a 60 milioni.
La liquidazione deve essere conforme al modello allegato al regolamento CONAI e deve essere conservata dal consorziato in apposito registro per cinque anni.
Scadenza mensile

(Art. 7, comma 10 - Regolamento CONAI)

26.09.2003

Rifiuti sanitari - Entra oggi in vigore il D.P.R. 15/7/2003, n. 254:
" Regolamento recante disciplina della gestione dei rifiuti sanitari a norma dell'articolo 24 della legge 31 luglio 2002, n. 179.".

(D.P.R. 15/7/2003, n. 254 - G.U.R.I. 11/9/2003, n. 211)

27.09.2003

Discariche: piani di adeguamento degli impianti esistenti - Entro oggi 27 settembre 2003 i titolari delle discariche, già autorizzate alla data del 27 marzo 2003, o, su loro delega, i gestori di tali impianti, devono presentare alla regione (o alla provincia delegata) un piano di adeguamento dell’impianto alle previsioni di cui al D.Lgs. 36/2003, incluse le garanzie finanziarie di cui all'articolo 14 del medesimo decreto legislativo.
Con provvedimento motivato l'autorità competente approva il piano, autorizza la prosecuzione dell'esercizio della discarica e stabilisce:
- i lavori di adeguamento;
- le relative modalità di esecuzione;
- il termine finale per l'ultimazione degli stessi, che non può in ogni caso essere successivo al 16 luglio 2009. Nel provvedimento l'autorità competente prevede anche l'inquadramento della discarica tra le varie categorie d’impianto previste dal D.Lgs. 36/2003 (pericolosi, non pericolosi, inerti).
In caso di mancata approvazione del piano di adeguamento, l'autorità competente stabilisce modalità e tempi di chiusura della discarica, conformemente all'articolo 12, comma 1, lettera c), Dlgs 36/2003.
(scadenza singola)

(Art. 17, c. 3, D.Lgs. 13/1/2003, n. 36)

30.09.2003

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 30 settembre 2003 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e delle Infrastrutture e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6). Rimangono, comunque, esclusi i voli di Stato, quelli sanitari e di emergenza. La comunicazione serve per consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
Tale obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999 e cioè dall’entrata in vigore del D.P.R. 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del D.P.R. 496/1997.
Sono esentati i voli di Stato, sanitari e di emergenza.
Scadenza mensile

(Art. 1, D.P.R. 9/11/1999, n. 476)

30.09.2003

Campionamento acque da balneazione - Entro oggi, 30 settembre 2003, le ARPA devono trasmettere al Ministero della salute i risultati dei campionamenti effettuati sulla qualità delle acque di balneazione nel mese di agosto 2003.
Le analisi vanno eseguite in base a:
- parametri;
- valori limite;
- frequenza campioni;
- metodi di analisi;
indicati nell'allegato 1 al Dpr 8 giugno 1982, n. 470.
Si ricorda che la legge 11 luglio 2002, n. 140 (di conversione del Dl 10 maggio 2002, n. 92) ha prorogato al 31 dicembre 2003 il termine entro il quale varranno limiti più permissivi sulla presenza di ossigeno (tra 50 e 170) nelle acque balneabili in deroga a quanto disposto dal citato D.P.R. 470.
Scadenza mensile

(Art. 2, lett. c) e d) - Art. 4, c. 3 del D.P.R. 8/6/1982, n. 470 - Art. 18, c. 1, lett. b) della Legge 29/12/2000, n. 422 - Legge Comunitaria 2000)

30.09.2003

Autotrasportatori: al 30.09.2003 le domande di riduzione pedaggi autostradali 2002 - E' fissato al 30 settembre 2003 il termine per la presentazione delle domande per la riduzione compensata dei pedaggi autostradali 2002. I trasportatori conto terzi ed in conto proprio devono presentare la domanda per la riduzione compensata dei pedaggi autostradali 2002 entro e non oltre il 30 settembre 2003.
Sono state infatti pubblicate nel S.O. alla G.U. 190 del 18.08.2003 le deliberazioni del Comitato Centrale per l’ Albo Nazionale Autotrasportatori che fissano il termine di cui sopra e recano il modello di domanda.
I modelli e le circolari relative sono consultabili on line ai seguenti indirizzi internet:

COMITATO CENTRALE PER L'ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E GIURIDICHE CHE ESERCITANO L'AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI

DELIBERAZIONE 22 luglio 2003
Disposizioni relative alla riduzione dei pedaggi autostradali per i transiti effettuati nell'anno 2002. (Deliberazione n. 12/03). (Suppl. Ordinario n. 136)

DELIBERAZIONE 22 luglio 2003
Domanda di concessione del beneficio della riduzione compensata dei pedaggi autostradali 2002 per i soggetti italiani e dei Paesi U.E. esercenti l'attivita' di autotrasportatore di cose per conto di terzi. (Deliberazione n. 13/03). (Suppl. Ordinario n. 136)

DELIBERAZIONE 22 luglio 2003
Domanda di concessione del beneficio del rimborso dei pedaggi autostradali 2002 per i soggetti italiani e dei Paesi U.E. esercenti l'attivita' di autotrasportatore di cose in conto proprio. (Deliberazione n. 14/03). (Suppl. Ordinario n. 136)

DELIBERAZIONE 22 luglio 2003
Domanda di concessione del beneficio del rimborso dei pedaggi autostradali relativi ai transiti deviati obbligatoriamente nel 2002 per i soggetti italiani e dei Paesi U.E. esercenti l'attivita' di autotrasportatore di cose per conto di terzi. (Deliberazione n. 15/03). (Suppl. Ordinario n. 136)

30.09.2003

Amianto - Ricordiamo ai nostri gentili visitatori che con la Finanziaria 2003, oltre agli sconti sulle spese per le ristrutturazioni edilizie, è possibile ottenere le detrazioni sull'Irpef del 36% per gli interventi di bonifica dall'amianto, per le spese sostenute sino al 30 settembre 2003. L'ammontare complessivo non deve superare i 48.000 euro, per una quota pari al 36% degli importi rimasti a carico del contribuente, da ripartire in dieci quote annuali di pari importo, come spiega l'articolo 2 comma 5 della legge.

30.09.2003

Carbon tax - Entro il 30 settembre 2003 gli esercenti dei Grandi impianti di combustione (GIC) devono versare la seconda rata trimestrale sui consumi di carbone, di coke di petrolio e di bitume di origine naturale emulsionato con il 30% di acqua (orimulsion) pari a euro 0,52 per tonnellata/anno di carbone, coke di petrolio, bitume di origine naturale emulsionato con il 30% di acqua ("Orimulsion" - NC 2714) impiegati nei GIC.
In caso di inosservanza dei termini di versamento previsti si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro dal doppio al quadruplo dell'imposta dovuta (fermi restando i principi generali stabiliti dal D.Lgs. 18/12/1997, n. 472).
Per ogni altra inosservanza si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da lire 500.000 a lire 3 milioni (da euro 258,23 a euro 1.549,37) (come prevista dall'articolo 50 del T.U. approvato con D.Lgs. 26 ottobre 1995, n. 504).

Si ricorda che, con l'art. 21, comma 7, della Legge finanziaria per il 2003, è stato confermato anche per l'anno 2002, il credito d'imposta spettante a titolo di "Carbon Tax", nella previgente misura di euro 0,017177356 per ogni litro di gasolio consumato.
Pertanto è già possibile fin da ora predisporre le relative domande - dichiarazioni, che dovranno essere presentate entro la consueta data del 30 giugno 2003. Per l'utilizzo in compensazione col modello F24 del credito derivante da Carbon tax si continuerà ad utilizzare il codice tributo 6730.
Scadenza trimestrale

(Legge 23 dicembre 1998, n. 448, art. 8, c.7, 8 e 9 - Finanziaria 1999 - Art. 21, c. 7, Legge finanziaria 2003)

30.09.2003

Emissioni in atmosfera - Entro oggi, 30 settembre 2003gli esercenti dei grandi impianti di combustione (con potenza termica pari o superiore a 50 MW, a prescindere dal combustibile utilizzato e destinati alla produzione di energia, esclusi quelli che usano direttamente i prodotti di combustione in processi di fabbricazione) devono versare la seconda rata trimestrale della tassa sulle emissioni di SO2 e NOx (anidride solforosa ed ossidi di azoto).
L'importo è pari a:
- euro 53,2 per tonnellata/anno di SO 2;
- euro 104,84 per tonnellata/anno di NO x;
In caso di ritardato adempimento sono dovuti:
- indennità di mora del 6% (riducibile al 2% se il pagamento viene effettuato entro 5 giorni dalla data di scadenza);
- interessi in misura pari al tasso stabilito per il pagamento differito dei diritti doganali
In caso di omesso adempimento sono dovuti:
- indennità di mora e interessi come già citato per il ritardato adempimento;
- sanzione amministrativa pecuniaria di una somma compresa tra il doppio e il quadruplo della tassa dovuta.
Per altri tipi di inadempimenti si applica la sanzione amministrativa compresa tra euro 258,23 e euro 1.549,37.
Scadenza trimestrale

(D.Lgs. 26 ottobre 1995, n. 504, art. 3, c. 4 - Legge 27 dicembre 1997, n. 449, art. 17, c. 29, 32 e 33 (Finanziaria 1998))

30.09.2003

Dichiarazione armi chimiche ex Convenzione di Parigi - Sostanze chimiche pericolose - Adempimento
I soggetti obbligati, ai sensi della legge n. 496/95, come modificata dalla legge n. 93/97, di ratifica della Convenzione di Parigi sulla proibizione delle armi chimiche, devono presentare una dichiarazione preventiva al Ministero dell'industria, commercio ed artigianato, con le procedure e le modalità stabilite con le circolari emanate dal citato Ministero 4 aprile 1997, n. 37877, 30 luglio 1997, n. 358420, 22 gennaio 1998, n. 775036 e 2 febbraio 1999, n. 775043. Sono escluse dall’obbligo le miscele nelle quali il singolo composto chimico appartenente alla tabella 2 (B) o alla tabella 3 sia presente in quantità inferiore al 15 per cento in peso e alle miscele nelle quali il singolo composto chimico della tabella 2 (A) sia presente in quantità inferiore allo 0,5 per cento.
E' prevista la pena dell’arresto da uno a tre anni, salvo che il fatto costituisca più grave reato, per omissione o non veritiera dichiarazione (art. 11, comma 1, della legge n. 496/95).
Soggetti obbligati
Tutti i soggetti che:
- producono, lavorano e impiegano per la trasformazione, importano, esportano o comunque trasferiscono i composti chimici elencati nella tabella 2 dell'annesso sui composti chimici della citata Convenzione;
- producono, importano, esportano o comunque trasferiscono i composti chimici elencati nella tabella 3 dell'annesso sui composti chimici della citata Convenzione;
- svolgono le attività elencate nella parte IX dell'annesso sulle verifiche della Convenzione stessa.

(Legge n. 496/95 - Legge n. 93/1997)

30.09.2003

BSE - Scade l’efficacia dell’Ordinanza del Ministero della Sanità del 27/3/2001 e succ. mod., relativa alle misure sanitarie di protezione contro la BSE, la cui efficacia era stata prorogata fino alla data odierna dall’Ordinanza del 27/9/2002, pubblicata sulla GU n. 270 del 18/11/2002.

(Ordinanza del Ministero della Salute 27/9/2002 - G.U.R.I. 18/11/2002, n. 270)

30.09.2003

REVISIONE VEICOLI / BOLLINO BLU - Termine per la revisione e/o il controllo degli scarichi  delle categorie di veicoli interessate, sulla base del mese di rilascio della carta di circolazione o dell’ultima revisione effettuata.

Home page  >  Indice scadenzario
    
    
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità per possibili errori od omissioni nei testi
e negli ipertesti più sopra riportati, nonché per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni in essi contenuti.
           

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi