Scadenzario

       

DICEMBRE 2002

      

 SCADENZA

ADEMPIMENTO - OBBLIGO

01.12.2002

Lavoro straordinario - Entro il 1/12/2002 (termine che slitta al 2/12/2002) le imprese industriali che a novembre hanno superato di 20 ore l'orario contrattuale settimanale devono darne comunicazione al settore ispettivo presso la Direzione Provinciale del Lavoro. L'adempimento, previsto dall'articolo 2, comma 1, del D.M. 3/8/1999, è obbligatorio per le imprese che calcolano l'orario normale di lavoro in relazione alla media delle prestazioni lavorative in un periodo plurisettimanale e semprechè l'orario di lavoro plurisettimanale non ecceda le 45 ore. Per quanto attiene le imprese industriali  che non applicano un regime di orario plurisettimanale, l'obbligo di effettuare la comunicazione scatta quando viene superato il limite settimanale delle 45 ore; in questo caso, però la Direzione Provinciale va informata entro 24 ore dall'inizio di tali prestazioni.
In caso di mancata comunicazione viene applicata la sanzione amministrativa da 51 a 154 euro per ogni lavoratore adibito al lavoro straordinario oltre i limiti suaccennati.

(Art. 2, comma 1, D.M. 3/8/1999)

15.12.2002

Denuncia degli infortuni nel settore estrattivo - Entro questa data il direttore responsabile dei lavori deve trasmettere, all'autorità di vigilanza competente, un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.

(Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25/11/1996, n. 624)

15.12.2002

Versamento del contributo al consorzio obbligatorio degli oli usati - Oggi è l'ultimo giorno per gli esercenti impianti di produzione e depositi fiscali che devono versare il contributo di competenza del consorzio obbligatorio degli oli usati. I soggetti obbligati al versamento devono presentare anche la relativa dichiarazione, con allegata ricevuta di versamento, entro il giorno lavorativo successivo a quello stabilito per il pagamento.

(Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati)

20.12.2002

Denuncia al CONAI e calcolo del contributo sugli imballaggi relativo al mese di novembre 2002 - Entro il 20 dicembre gli iscritti al CONAI ed in regime di dichiarazione mensile, devono calcolare sulla base delle fatture emesse o dei documenti ricevuti il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente distinguendo gli importi relativi a ciascuna tipologia di materiale e indicando il relativo consorzio o altro soggetto associativo costituito ai sensi dell'art. 38, comma 3, del D.Lgs. n. 22/97 (Decreto Ronchi). Gli importi dovuti dovranno essere versati al CONAI entro 90 giorni su uno o più dei sei conti correnti bancari, ognuno relativo a una tipologia di materiale. La dichiarazione deve essere presentata ogni mese dalle imprese che nell'anno solare precedente hanno dichiarato un contributo ambientale per singolo materiale di importo superiore a 60 milioni.

La liquidazione deve essere conforme al modello allegato al regolamento CONAI e deve essere conservata dal consorziato in apposito registro per cinque anni.

(Art. 7, comma 10 - Regolamento CONAI)

31.12.2002

Impianti di produzione di vetro artistico - Entro oggi gli impianti di produzione di vetro artistico di Murano (nuovi o che hanno subito modifiche sostanziali o sono stati oggetto di trasferimento) devono adeguarsi ai limiti di cui al D.M. 12/7/1990 in materia di qualità dell'aria. Gli impianti interessati dovevano essere esistenti al 15/11/1999 ed aver aderito (in base alle regole del D.M. 18/4/2000) all'accordo di programma che, alla stessa data, venne stipulato dai Ministeri di Ambiente, Sanità, Industria e le autorità locali del Veneto. L'esercizio di tali impianti è consentito fino al rilascio dell'autorizzazione alla continuazione delle emissioni da parte dell'autorità competente (art. 52, c. 12).

(D.M. 15/11/1990 - D.M. 18/4/2000)

31.12.2002

Emissioni in atmosfera - Entro oggi, 31 dicembre 2002gli esercenti dei grandi impianti di combustione (GIC - come definiti dalla direttiva 88/609/CEE) devono versare l'acconto trimestrale della tassa sulle emissioni di SO2 e NOx (anidride solforosa ed ossidi di azoto).
Il conguaglio deve, invece, essere versato entro il 31 marzo dell'anno prossimo. L'omesso pagamento è sanzionato amministrativamente con una somma che va da due a quattro volte la tassa dovuta, cui si aggiunge l'indennità di mora.
Per ogni altra inosservanza si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 258,23 a Euro 1.549,37 (come prevista dall'art. 50 del T.U. approvato con Dlgs 26 ottobre 1995, n. 504).

(Legge 27/12/1997, n. 449 (Finanziaria 1998), art. 17, commi 29-33 - DPR 26/10/2001, n. 416)

31.12.2002

Sostanze pericolose - Entro il 31 dicembre 2002 il consulente per la sicurezza del trasporto deve redigere la la relazione annuale sull'attività dell'impresa e consegnarla al responsabile aziendale. Nella relazione dovranno essere indicate le eventuali modifiche strutturali o procedurali necessarie per osservare le norme in materia di trasporto, carico e scarico di merci pericolose e per lo svolgimento dell'attività d'impresa in condizioni ottimali di sicurezza. In mancanza della redazione della relazione, è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.032 a 6.197 euro (articolo 4, D.Lgs. 4/2/2000, n. 40).

(Art. 4, D.Lgs. 4/2/2000, n. 40 - Circ. Trasporti 6/3/2000, prot. 513/4915/10)

31.12.2002

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 31 dicembre 2002 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e delle Infrastrutture e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6), effettuato nel mese di novembre 2002. La comunicazione serve per consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
Tale obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999 e cioè dall’entrata in vigore del D.P.R. 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del D.P.R. 496/1997.
Sono esentati i voli di Stato, sanitari e di emergenza.

(Art. 1, D.P.R. 9/11/1999, n. 476)

31.12.2002

Fanghi destinati allo spandimento in agricoltura - Entro il 31/12/2002 i produttori di fanghi destinati allo spandimento in agricoltura devono inviare alla Regione una copia dei registri di carico e scarico contenenti le operazioni effettuate nel corso dell'anno. In caso contrario è prevista la è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da 516 a 3.098 euro.

(Art. 14, comma 2, D.Lgs. 27/1/1992, n. 99)

31.12.2002

Controlli impianti termici - Entro oggi i comuni con più di 40mila abitanti e le Province per la restante parte del territorio, sono tenuti ad inviare al Regione ed al Ministero delle Attività produttive, la relazione e l'aggiornamento biennale sulle caratteristiche e sullo stato di efficienza e manutenzione degli impianti termici presenti sul territorio, con particolare riferimento alle risultanze dei controlli effettuati nel biennio 2001/2002. I predetti enti sono tenuti, infatti, ad effettuare con cadenza biennale con onere a carico degli utenti, i controlli necessari ad accertare l'effettivo stato di manutenzione ed esercizio degli impianti termici presenti negli edifici. Si ricorda, all'uopo, che per costituire il Catasto degli impianti termici o per completarlo, gli stessi enti locali possono richiedere alle società distributrici di combustibile l'ubicazione e la titolarità degli impianti riforniti dalle stesse nel corso degli ultimi dodici mesi, dati che devono essere comunicati dalle succitate società entro 90 giorni dalla avvenuta richiesta.

31.12.2002

Attuazione della direttiva 96/59/CE relativa allo smaltimento dei policlorodifenili e dei policlorotrifenili - In merito alla scadenza del 31.12.2002 relativa allo smaltimento dei policlorodifenili e dei policlorotrifenili pubblichiamo la seguente circolare (Prot.  15884 /2002/ TS/ RIF/ 208) del Settore Tutela del suolo, Grandi Rischi Industriali e Gestione Rifiuti dell'ARPA della Regione Friuli Venezia Giulia:
Oggetto: Inventario degli apparecchi contenenti PCB ai sensi dell’art 3, comma 1 del D.Lgs. 209/99 recante “Attuazione della direttiva 96/59/CE relativa allo smaltimento dei policlorodifenili e dei policlorotrifenili” .
Come noto il comma 1 dell’art. 3 del D.Lgs. 22 maggio 1999, n. 209 impone l’obbligo ai detentori di apparecchi contenenti PCB per un volume superiore a 5 dm3 della comunicazione alle sezioni regionali del catasto dei rifiuti.
Tale obbligo impone altresì che la prima comunicazione venga effettuata entro il 31 dicembre 2000 ai sensi dell’art. 1 del decreto-legge 30 dicembre 1999, n. 500, convertito con legge 25 febbraio 2000, n. 33. Tale comunicazione deve essere effettuata con cadenza biennale e deve in ogni caso essere ripresentata entro dieci giorni dal verificarsi di un qualsiasi cambiamento del numero di apparecchi contenenti PCB o delle quantità di PCB detenuti. Il 31 dicembre 2002 scade dunque il termine per la presentazione delle nuove dichiarazioni in oggetto che dovranno essere inviate alla Sezione Regionale del Catasto dei rifiuti presso il Settore Tutela del Suolo, Grandi Rischi Industriali e Gestione Rifiuti dell'ARPA FVG, piazza Collalto, 15 33057 Palmanova (Ud). Si ricorda infine che l’art. 3 del D.M. 11 ottobre 2001 sulle “Condizioni per l’utilizzo dei trasformatori contenenti PCB in attesa della decontaminazione o dello smaltimento” definisce le metodologie da utilizzare per l’effettuazione delle determinazioni analitiche sui PCB e, per consentire la celere elaborazione dei dati, predispone i modelli e le istruzioni per procedere alla comunicazioni. Si invita pertanto alla massima diffusione della presente comunicazione al fine di permettere alla sezione regionale del catasto l’elaborazione dei dati così raccolti e la predisposizione dell’inventario. I testi delle leggi e i modelli per la comunicazione sono scaricabili direttamente dal sito internet:
www.arpa.fvg.it/Suolo-Rifi/Gestione-r/Disciplina/index.htm
.
Ulteriori informazioni a riguardo sono scaricabili dal sito dell'APAT:
www.sinanet.apat.it/aree/Rifiuti/pcb.asp

Home page  |  Indice scadenzario
     
    
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità  per possibili errori od omissioni nei testi
e negli ipertesti più sopra riportati, nonché per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni in essi contenuti.
        

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi