Scadenzario

       

MAGGIO 2002

      

 SCADENZA

ADEMPIMENTO - OBBLIGO

02.05.2002

Lavoro straordinario - Entro oggi le imprese industriali che in aprile hanno superato di 20 ore l'orario contrattuale settimanale devono darne comunicazione al settore ispettivo presso la Direzione Provinciale del Lavoro. L'adempimento, previsto dall'articolo 2, comma 1, del D.M. 3/8/1999, è obbligatorio per le imprese che calcolano l'orario normale di lavoro in relazione alla media delle prestazioni lavorative in un periodo plurisettimanale e semprechè l'orario di lavoro plurisettimanale non ecceda le 45 ore. Per quanto attiene le imprese industriali  che non applicano un regime di orario plurisettimanale, l'obbligo di effettuare la comunicazione scatta quando viene superato il limite settimanale delle 45 ore; in questo caso, però la Direzione Provinciale va informata entro 24 ore dall'inizio di tali prestazioni.
In caso di mancata comunicazione viene applicata la sanzione amministrativa da 51 a 154 euro per ogni lavoratore adibito al lavoro straordinario oltre i limiti suaccennati.

(D.M. 3/8/1999, art. 2, comma 1)

02.05.2002

Imballaggi - A far data da oggi non sarà più possibile immettere sul mercato imballaggi fabbricati prima del 2 maggio 1997 (data di entrata in vigore del titolo II del D.Lgs. 22/1997) e conformi alle norme in precedenza vigenti.

(art. 34, comma 5, D.Lgs. 5/2/1997, n. 22)

07.05.2002

Agenti chimici - Nell'attesa dell'emanazione dei decreti che dovranno recepire i valori di esposizione professionale e biologici predisposti dalla Commissione europea nonchè fissare i corrispondenti valori limiti nazionali, potevano essere determinati entro oggi i parametri normativi per l'individuazione del rischio moderato ex art. 60-quinqies, comma 2, D. Lgs. n. 626/1994 come modificato da ultimo dal D.Lgs. n. 25/2002, sulla base delle proposte delle associazioni dei prestatori di lavoro comparativamente rappresentative. Oltre tale termine la valutazione del rischio moderato dovrà comunque essere effettuata dal datore di lavoro.

(Art. 60-terdecieces, D.Lgs. 19/9/1994, n. 626, come modificato dall'art. 2 del D.L.gs. 2/2/2002, n. 25)

09.05.2002

Disposizioni urgenti per il settore della pesca - Entra oggi in vigore il Decreto - Legge 7/5/2002, n. 85, relativo all'adeguamento ed al rinnovo della flotta peschereccia ed alla pesca con reti derivanti, al fine di migliorare le condizioni di mercato e lo svolgimento dell'azione amministrativa.

(Decreto - Legge 7/5/2002, n. 85)

11.05.2002

Combustibili per uso civile - Scade oggi il termine entro il quale il responsabile dell'esercizio e della manutenzione degli impianti funzionanti alla data di entrata in vigore del D.P.C.M. 8/3/2002 ed alimentati ad olio combustibile / altri distillati pesanti di petrolio / emulsioni acqua - olio o acqua - altri distillati pesanti di petrolio, deve inviare la Dichiarazione relativa alle condizioni di esercizio medesimo. In particolare dovranno essere comunicate all'ente locale territorialmente competente ex art. 31 del D.Lgs. n. 112/1998, le informazioni relative all'utilizzo dei detti combustibili in misura pari o superiore al 90 % in massa del totale dei combustibili impiegati durante l'ultimo periodo annuale di esercizio individuato ex art. 9 (Limiti di esercizio degli impianti termici) del D.P.R. n. 412/1993 e succ. modifiche ed integrazioni (Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell'art. 4, comma 4, della legge 9/1/1991, n. 10).

Scade sempre oggi il termine entro il quale il responsabile dell'esercizio e della manutenzione degli impianti funzionanti alla data di entrata in vigore del D.P.C.M. 8/3/2002 ed alimentati con agglomerati di lignite / carbone da vapore / coke metallurgico e da gas / antracite - prodotti antracitosi e loro miscele secondo le caratteristiche di cui all'ex Allegato I, punto 4, D.P.C.M. medesimo, deve inviare la Dichiarazione relativa alle condizioni di esercizio medesimo. In particolare dovranno essere comunicate all'ente locale territorialmente competente secondo l'ex art. 31 del D.Lgs. n. 112/1998, le informazioni relative all'utilizzo dei detti combustibili in impianti di combustione ad uso civile, alla data di entrata in vigore del D.P.C.M. 8/3/2002.

(Art. 8, comma 4, art. 9, comma 4 e art. 10, comma 2,, D.P.C.M. 8/3/2002)

15.05.2002

Consorzio oli usati - Versamento del contributo - Oggi è l'ultimo giorno utile per gli esercenti impianti di produzione e depositi fiscali riservato al versamento del contributo di competenza del consorzio obbligatorio degli oli usati. Il contributo è dovuto per tutti i quantitativi di oli lubrificanti immessi in consumo nel corso del mese solare precedente. Le somme devono essere versate dai soggetti obbligati direttamente al consorzio e riguardano le partite di oli lubrificanti estratti nel mese da ciascun impianto. I soggetti obbligati al versamento devono anche presentare al competente ufficio finanziario la relativa dichiarazione, con allegata la ricevuta di versamento, entro il giorno lavorativo successivo a quello stabilito per il pagamento. Gli importatori, invece, devono versare il contributo direttamente in dogana.

(Consorzio obbligatorio degli oli usati)

15.05.2002

Denuncia degli infortuni nel settore estrattivo - Entro questa data il direttore responsabile dei lavori deve trasmettere, all'autorità di vigilanza competente, un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.

(Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25/11/1996, n. 624)

20.05.2002

Denuncia al CONAI e calcolo del contributo sugli imballaggi relativo al mese di aprile 2002 - Entro il 20 maggio gli iscritti al CONAI ed in regime di dichiarazione mensile, devono calcolare sulla base delle fatture emesse o dei documenti ricevuti il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente distinguendo gli importi relativi a ciascuna tipologia di materiale e indicando il relativo consorzio o altro soggetto associativo costituito ai sensi dell'art. 38, comma 3, del D.Lgs. n. 22/97 (Decreto Ronchi). Gli importi dovuti dovranno essere versati al CONAI entro 90 giorni su uno o più dei sei conti correnti bancari, ognuno relativo a una tipologia di materiale. La dichiarazione deve essere presentata ogni mese dalle imprese che nell'anno solare precedente hanno dichiarato un contributo ambientale per singolo materiale di importo superiore a 60 milioni.

La liquidazione deve essere conforme al modello allegato al regolamento CONAI e deve essere conservata dal consorziato in apposito registro per cinque anni.

(Art. 7, comma 10 - Regolamento CONAI)

22.05.2002

Accreditamento dei laboratori di prova - Entra oggi in vigore il Decreto Ministeriale 25/2/2002, n. 84 relativo alla procedura di rilascio e di rinnovo dell'accreditamento dei laboratori che svolgono prove su apparecchiature radio ed apparecchiature terminali di telecomunicazioni, di cui il Ministero delle comunicazioni può avvalersi ai fini della sorveglianza sul mercato prevista dall'articolo 9 del decreto legislativo 9 maggio 2001, n. 269.

(Decreto Ministeriale 25/2/2002, n. 84)

30.05.2002

Apparecchiature a pressione - Con oggi entra pienamente in vigore la Direttiva 97/23/CE, recepita in Italia con il Decreto Legislativo 25/02/2000, n. 93. Tutte le attrezzature a pressione (tranne quelle trasportabili) - recipienti, tubazioni, accessori di sicurezza e accessori a pressione ed elementi annessi a parti pressurizzate - nonché gli insiemi sottoposti a una pressione massima ammissibile PS superiore a 0,5 bar, dovranno essere sottoposte alla marcatura CE secondo la Direttiva PED (Apparecchiature a Pressione - 97/23/CE).
Fino al 29 maggio 2002 (Art. 22 - Disposizioni transitorie e finali) è stato possibile scegliere di seguire la nuova direttiva o la legislazione nazionale.

(D.Lgs. 25/02/2000, n. 93 - Direttiva UE PED - Apparecchiature a Pressione - 97/23/CE)

31.05.2002

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 31 maggio 2002 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e delle Infrastrutture e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6). Rimangono, comunque, esclusi i voli di Stato, quelli sanitari e di emergenza. La comunicazione serve per consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
Tale obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999 e cioè dall’entrata in vigore del D.P.R. 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del D.P.R. 496/1997.
Sono esentati i voli di Stato, sanitari e di emergenza.

(Art. 1, D.P.R. 9/11/1999, n. 476)

31.05.2002

Tenore di zolfo nei combustibili - L'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici deve trasmettere entro oggi al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio la relazione sul tenore di zolfo dei combustibili liquidi ex D.P.C.M. n. 395/2001 in relazione ai combustibili utilizzati nel 2001.

(Art. 9, comma 2, D.P.C.M. 7/9/2001, n. 395)

31.05.2002

Residui di antiparassitari - Scade oggi il termine entro cui le Regioni e le Provincie Autonome di Trento e Bolzano devonmo trasmettere al Ministero della Salute - D.G.S.P.V.A.N., i risultati riassuntivi dei controlli ufficiali del programma coordinato ex art. 3, D.M. 12/11/2001, utilizzando, per l'occorenza, il modello comunitario Tabella B (Esercizio specifico) e il modello comunitario Tabella F (esercizio di variabilità) di cui agli allegati 3 e 4, D.M. citato. Entro lo stesso termine le medesime amministrazioni dovranno comunicare al Ministero della Salute - D.G.S.P.V.A.N. i dati relativi all'accreditamento dei laboratori pubblici che effettuano le analisi, con indicazione del tipo di accreditamento e dell'organismo che lo ha rilasciato, unitamente ad una copia dell'atto di accreditamento, utilizzando il modello comunitario Tabella G (laboratori) ex allegato 5, del D.M. citato

(Art. 5, D.M. 12/11/2001)

     
      
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità  per possibili errori od omissioni nei testi
e negli ipertesti più sopra riportati, nonché per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni in essi contenuti.
         

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi