Scadenzario

       

GENNAIO 2002

       

 SCADENZA

ADEMPIMENTO - OBBLIGO

01.01.2002

Sistemi fissi di lotta contro l'incendio - Entrano oggi in vigore, come norme europee armonizzate ai sensi dell'articolo 4.2, lettera a), della direttiva 89/106/CEE (Direttiva materiali da costruzione), le seguenti norme emanate dal CEN (1):

EN 12094-13:2001 - Sistemi fissi di lotta contro l'incendio - Componenti di impianti di estinzione a gas - Parte 13: Requisiti e metodi di prova per valvole di intercettazione e valvole di non ritorno;

EN 12416-1:2001 - Sistemi fissi di lotta contro l'incendio - Sistemi a polvere - Parte 1: Requisiti e metodi di prova per componenti;

La data di fine del periodo di coesistenza per tutte le norme succitate è il 01.01.2003 (2).

(1) Organismo europeo di normalizzazione: CEN - rue de Stassart/Stassartstraat 36, B-1050 Bruxelles, te. (32-2) 550 08 11, fax (32-2) 550 08 19 (www.cenorm.be).

(2) La data in cui ha fine il periodo di coesistenza è la stessa a partire dalla quale la presunzione di conformità deve essere basata sulle specifiche tecniche armonizzate (norme armonizzate oppure benestare tecnici armonizzati). Essa coincide con la data di ritiro delle specifiche tecniche nazionali in contrasto con quelle armonizzate.

(Gazzetta ufficiale delle Comunità europee serie C 202/06 del 18/7/2001)

01.01.2002

Sistemi fissi di estinzione incendi - Entrano oggi in vigore, come norme europee armonizzate ai sensi dell'articolo 4.2, lettera a), della direttiva 89/106/CEE (Direttiva materiali da costruzione), le seguenti norme emanate dal CEN (1):

EN 671-1:2001 - Sistemi fissi di estinzione incendi - Sistemi equipaggiati con tubazioni - Parte 1: Naspi antincendio con tubazioni semirigide;

EN 671-1:2001 - Sistemi fissi di estinzione incendi - Sistemi equipaggiati con tubazioni - Parte 2: Idranti a muro con tubazioni flessibili.

La data di fine del periodo di coesistenza per tutte le norme succitate è il 01.01.2003 (2).

(1) Organismo europeo di normalizzazione: CEN - rue de Stassart/Stassartstraat 36, B-1050 Bruxelles, tel. (32-2) 550 08 11, fax (32-2) 550 08 19 (www.cenorm.be).

(2) La data in cui ha fine il periodo di coesistenza è la stessa a partire dalla quale la presunzione di conformità deve essere basata sulle specifiche tecniche armonizzate (norme armonizzate oppure benestare tecnici armonizzati). Essa coincide con la data di ritiro delle specifiche tecniche nazionali in contrasto con quelle armonizzate.

(Gazzetta ufficiale delle Comunità europee serie C 202/06 del 18/7/2001)

01.01.2002

Installazioni fisse antincendio - Entrano oggi in vigore, come norme europee armonizzate ai sensi dell'articolo 4, paragrafo 2, lettera a), della direttiva 89/106/CEE (Direttiva materiali da costruzione), le seguenti norme emanate dal CEN (1):

EN 12259-2:1999/A1:2001 - Installazioni fisse antincendio - componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Valvole di allarme idraulico;

EN 12259-3:2000/A1:2001 - Installazioni fisse antincendio - componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Valvole d'allarme a secco;

EN 12259-4:2000/prA1 - Installazioni fisse antincendio - componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Allarmi a motore ad acqua.

La data di fine del periodo di coesistenza per tutte le norme succitate è il 01.01.2003 (2).

(1) Organismo europeo di normalizzazione: CEN - rue de Stassart/Stassartstraat 36, B-1050 Bruxelles, tel. (32-2) 550 08 11, fax (32-2) 550 08 19 (www.cenorm.be).

(2) La data in cui ha fine il periodo di coesistenza è la stessa a partire dalla quale la presunzione di conformità deve essere basata sulle specifiche tecniche armonizzate (norme armonizzate oppure benestare tecnici armonizzati). Essa coincide con la data di ritiro delle specifiche tecniche nazionali in contrasto con quelle armonizzate.

(Gazzetta ufficiale delle Comunità europee serie C 358/09 del 15/12/2001)

01.01.2002

Impianti di caricamento benzina - Entro oggi gli impianti ''preesistenti'', ex art. 2, lett.5, D.M. n. 107/2000, per il caricamento della benzina nei veicoli cisterna, nei carro cisterna e/o nelle navi, qualora movimentino oltre 25.000 t/anno, dovranno essere conformi, in termini di progettazione e funzionamento, alle disposizioni di cui agli allegati II e III del D.M. n. 107/2000.

(Art. 5, commi 1 e 2, D.M. 21/1/2000, n. 107)

01.01.2002

Depositi di stoccaggio di benzina presso i terminali - A far data da oggi gli impianti di deposito per lo stoccaggio di benzina presso i terminali, qualora siano "preesistenti", ex art. 2, lett. 5, D.M. 107/2000, dovranno essere adeguati, in termini di progettazione e funzionamento, alle disposizioni di cui all'allegato I del D.M. n. 107/2000, nel caso in cui la benzina movimentata sia superiore alle 25.000 t/anno.

(Art. 4, D.M. 21/1/2000, n. 107)

01.01.2002

Nuovi codici rifiuti - Da oggi viene applicata la Decisione della Commissione Europea del 16/1/2001, n. 2001/118/CE che modifica l'elenco dei rifiuti stabilito dalla Decisione 2000/532/CE. Nella fattispecie risulta rinnovata, con il nuovo art. 2 della Decisione n. 2000/532/CE, la classificazione in materia di caratteristiche di pericolosità dei rifiuti.

(Art. 1, Decisione della Commissione UE del 16/1/2001, n. 2001/118/CE)

01.01.2002

Nuovi codici "veicoli fuori uso" - A far data da oggi si applica la Decisione della Commissione Europea del 22/1/2001, n. 2001/119/CE recante la modifica della voce "16 01 04 veicoli inutilizzabili" nella nuova voce "16 01 04 veicoli fuori uso.

(Art. 1, Decisione della Commissione UE del 22/1/2001, n. 2001/119/CE)

02.01.2002

Gratuito patrocinio - Oggi entra in vigore la nuova legge sul gratuito patrocinio che mantiene le disposizioni sull'esenzione fiscale per le cause di lavoro. Il provvedimento cancella, infatti, la precedente abrogazione prevista dalla Legge 134/2001 sul gratuito patrocinio.

(Legge 6/12/2001 n. 437 - G.U. n. 293 del 18/12/2001).

04.01.2002

Emissione acustica ambientale delle macchine e attrezzature destinate a funzionare all'aperto - Entra oggi in vigore la nuova Direttiva Europea 2000/14/CE relativa all'emissione acustica di numerose macchine destinate ad operare all'aperto. Sono ben 57i tipi di macchine e attrezzature che verranno regolamentati dalla Direttiva e per alcune di esse sono fissati inoltre dei limiti massimi ai quali devono sottostare. La Direttiva impone che i produttori di queste macchine devono rilevare la potenza sonora emessa e indicare un livello garantito.

(Direttiva UE 2000/14/CE)

05.01.2002

Interventi per la formazione continua - Entro oggi devono essere presentati il dossier di candidatura e la domanda di finanziamento, debitamente compilati, per la partecipazione ai programmi di formazione continua. La documentazione deve pervenire in busta chiusa al Ministero del Welfare - Ucofpl, Divisione III, vicolo d'Aste n. 12 - 00159 Roma, entro le ore 14 del 5/1/2002 (60° giorno dalla pubblicazione dell'avviso nella Gazzetta ufficiale n. 258 del 6/11/2001) pena la non ricevibilità. I progetti possono essere presentati da istituti di ricerca pubblici o privati, organismi preposti alla gestione degli strumenti della programmazione negoziata, consorzi di imprese, associazioni temporanee di imprese (ATI), anche in via di costituzione, enti bilaterali.

(Avviso 6/11/2001, n. 9 del Ministero del Welfare - G.U. n. 258 del 6/11/2001).

11.01.2002

Infrastrutture ed insediamenti produttivi - Entra oggi in vigore la Legge 21/12/2001, n. 443 (cd. Legge "Lunardi"): "Delega al Governo in materia di infrastrutture ed insediamenti produttivi strategici ed altri interventi per il rilancio delle attivita' produttive".

(Legge 21/12/2001, n. 443 - G.U. n. 299 del 27/12/2001 - S.O. n. 279)

15.01.2002

Denuncia degli infortuni nel settore estrattivo - Entro questa data il direttore responsabile dei lavori deve trasmettere, all'autorità di vigilanza competente, un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.

(Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25/11/1996, n. 624)

20.01.2002

Denuncia al CONAI e calcolo del contributo sugli imballaggi relativo al mese di dicembre 2001 - Entro il 20 gennaio gli iscritti al CONAI ed in regime di dichiarazione mensile, devono calcolare sulla base delle fatture emesse o dei documenti ricevuti il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente distinguendo gli importi relativi a ciascuna tipologia di materiale e indicando il relativo consorzio o altro soggetto associativo costituito ai sensi dell'art. 38, comma 3, del D.Lgs. n. 22/97 (Decreto Ronchi). Gli importi dovuti dovranno essere versati al CONAI entro 90 giorni su uno o più dei sei conti correnti bancari, ognuno relativo a una tipologia di materiale. La dichiarazione deve essere presentata ogni mese dalle imprese che nell'anno solare precedente hanno dichiarato un contributo ambientale per singolo materiale di importo superiore a 60 milioni.

La liquidazione deve essere conforme al modello allegato al regolamento CONAI e deve essere conservata dal consorziato in apposito registro per cinque anni.

(Art. 7, comma 10 - Regolamento CONAI)

20.01.2002

Dichiarazione annuale al CONAI - Entro oggi deve essere inviata al CONAI la dichiarazione annuale per l'anno 2001, documentando gli importi di contributo effettivamente dovuti ed inviando il modulo 6.8 dichiarandosi, se rientranti nella fattispecie, in fascia di esenzione per l'anno 2002, ovvero indicando la Classe di dichiarazione trimestrale per l'anno 2002, ovvero la Classe di dichiarazione mensile per l'anno 2002.

(Art. 10 - Regolamento CONAI)

23.01.2002

Impianti elettrici - Entra oggi in vigore il Decreto del Presidente della Repubblica 22/10/2001, n. 462: "Regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi".

(D.P.R. 22/10/2001, n. 462 - G.U.R.I. n. 6 del 8/1/2002)

24.01.2002

Sorveglianza sanitaria - Entrano oggi in vigore i due Decreti del Presidente della Repubblica seguenti:
Decreto del Presidente della Repubblica 07/11/2001, n. 464: ''Regolamento recante modalità di esecuzione delle rivaccinazioni antitetaniche, a norma dell'articolo 93, comma 2, della legge 23 dicembre 2000, n. 388''.
Decreto del Presidente della Repubblica 07/11/2001, n. 465: ''Regolamento che stabilisce le condizioni nelle quali è obbligatoria la vaccinazione antitubercolare, a norma dell'articolo 93, comma 2, della legge 23 dicembre 2000, n. 388''.

(D.P.R. 7/11/2001, n. 464 e D.P.R. 7/11/2001, n. 465 - G.U. n. 7 del 9/1/2001)

27.01.2002

Prodotti fitosanitari - Con oggi termina il periodo per lo smaltimento, in sede di produzione, delle scorte dei prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive Alaclor, Carbaril, Diaminozide, Diuron, Fention, Fosfamidone, Linuron, Monocrotofos, Simazina, Tiofanato metile, riportati all'allegato I del decreto del Ministero della Salute del 16/10/2001.

(D.M. 16/10/2001)

31.01.2002

Disabili - Entro il oggi tutti i datori di lavoro soggetti all'obbligo del collocamento obbligatorio dei disabili sono tenuti a inviare ai Centri dell'impiego provinciali il prospetto informativo contenente la situazione dei lavoratori complessivamente occupati aggiornata al 31 dicembre del 2001.

(Legge n. 68/1999)

31.01.2002

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 31 gennaio 2002 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e delle Infrastrutture e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6). Rimangono, comunque, esclusi i voli di Stato, quelli sanitari e di emergenza. La comunicazione serve per consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
Tale obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999 e cioè dall’entrata in vigore del D.P.R. 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del D.P.R. 496/1997.
Sono esentati i voli di Stato, sanitari e di emergenza.

(Art. 1, D.P.R. 9/11/1999, n. 476)

31.01.2002

Premi INAIL - Scade oggi, 31/1/2002, il termine per la richiesta dell’oscillazione del tasso di tariffa INAIL per l’anno 2002. L’oscillazione, cioè la possibilità di godere di riduzioni applicabili al premio INAIL dovuto dai datori di lavoro per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro dei propri dipendenti e collaboratori, con l’entrata in vigore del D.M. 12/12/00 ha acquisito nuove modalità. Il D.M. prevede infatti due tipologie di riduzioni:
una relativa ai primi due anni di attività (viene confermata in questo caso la prevenzione di un’oscillazione in riduzione o in aumento in misura fissa del 15% in relazione agli interventi effettuati per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro);
una relativa agli anni successivi che prevede a sua volta due diverse oscillazioni:
una applicabile in via automatica e legata all’andamento infortunistico (che può determinare l’aumento o la riduzione del tasso medio di tariffa in misura percentuale);
una che prevede una riduzione fissa del 10% per le aziende fino a 500 lavoratori/anno e del 5% per tutte le altre (in relazione agli interventi effettuati per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro).
Ed è proprio quest’ultima tipologia, detta anche oscillazione per prevenzione, ad essere la vera novità introdotta dal D.M. 12/12/2000. La stessa è riservata ai datori di lavoro in regola con gli adempimenti contributivi, assicurativi e con le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione, infortuni e sicurezza dei luoghi di lavoro, come viene chiarito nella nota del dicembre 2001 emessa dalla direzione centrale.
Pertanto, l’intervento migliorativo per la sicurezza e l’igiene sul lavoro che produca effetti ripetuti in più anni dà diritto allo sconto sui premi assicurativi per tutto il periodo in cui l’intervento risulta efficace, indipendentemente dal fatto che sia stato realizzato o che il relativo onere sia stato sostenuto in un solo anno.
La modulistica per la presentazione dell’istanza, comunica l’INAIL, non ha subito variazioni rispetto alle precedenti ed è articolata sotto forma di questionari ripartiti in sezioni che non sempre potrebbero descrivere pienamente il tipo di miglioramenti effettuati. In questo caso l’azienda godrà ugualmente delle agevolazioni fermo restando un eventuale riscontro in sede tecnica.

(D.M. 12/12/2000)

31.01.2002

Infortuni domestici - Scade oggi il termine per il versamento annuale del premio assicurativo dell'assicurazione contro gli infortuni in ambito domestico. I requisiti richiesti sono, così come previsto dall'art. 1 del D.M. 15/9/2000, i seguenti: età compresa tra i 18 e i 65 anni compiuti; svolgimento in ambito domestico di attività in via esclusiva (nel senso che non dovranno essere svolte altre attività comportanti l'iscrizione presso forme obbligatorie di previdenza sociale); lo svolgimento in ambito domestico, in via non occasionale, di attività finalizzate alla cura delle persone costituenti il proprio nucleo familiare e dell'ambiente di dimora del nucleo familiare medesimo; lo svolgimento delle dette attività senza vincolo di subordinazione.

(Art. 4, comma 4 e art. 1, D.M. 15/9/2000)

31.01.2002

Programma nazionale di bonifica e ripristino ambientale - Entra oggi in vigore il Regolamento di cui al D.M. 18/9/2001, n. 468 recante: "Programma nazionale di bonifica e ripristino ambientale".

(D.M. 18/9/2001, n. 468 - G.U.R.I. n. 13 del 16/1/2002 - Suppl. Ordinario n.10)

31.01.2002

Finanziamenti per i programmi di tutela ambientale - Entro oggi le Regioni e le Provincie autonome nonchè le Ammistrazioni Centrali devono trasmettere al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio la relazione annuale sullo stato di attuazione dei programmi e delle azioni di propria competenza, con particolare riferimento ai risultati raggiunti o previsti per la riduzione delle emissioni dei gas serra.

(Art. 4, comma 1, D.M. 20/7/2000, n. 337)

31.01.2002

Finanziamenti per i programmi di tutela ambientale - Entro oggi il Ministero dell'Ambient e della Tutela del Territorio, previo apposito decreto, d'intesa con la conferenza permanente per i rapporti Stato / Regioni, dovrà trasferire alle Regioni le risorse annuali relative ai programmi regionali di tutela ambientale.

(Art. 49, comma 1, Legge 23/12/1998, n. 448)

31.01.2002

Tassa discariche - Entro oggi i gestori di discariche o di impianti di incenerimento senza recupero energetico devono versare alla regione il tributo speciale per il deposito in discarica di rifiuti solidi intervenuto dal 1 ottobre al 31 dicembre 2001. Il versamento va, infatti, effettuato entro il mese successivo alla scadenza del trimestre solare in cui sono state effettuate le operazioni di deposito. Le modalità di versamento sono rimesse alla disciplina regionale. Per l’omessa o infedele registrazione delle operazioni di conferimento in discarica è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria commisurata al 50% del tributo relativo all’operazione. Le sanzioni sono ridotte ad un 1/4 se, entro il termine per ricorrere alle commissioni tributarie, interviene adesione del contribuente e contestuale pagamento del tributo, se dovuto, e della sanzione.

(Art. 3, commi 30 e 31, Legge 28/12/1995, n. 549: "Misure di razionalizzazione della finanza pubblica" (Finanziaria 1996) - G.U. S.O. n. 302 del 29/12/1995) 

31.01.2002

Dichiarazione annuale rifiuti conferiti in discarica - Scade oggi il termine entro cui il gestore dell'impresa di stoccaggio definitivo deve presentare alla regione di appartenenza la dichiarazione annuale delle quantità di rifiuti conferiti nell'anno precedente e dei versamenti effettuati. In caso di omessa o infedele registrazione delle operazioni di conferimento in discarica viene applicata la sanzione amministrativa dal 200% al 400% del tributo relativo all'operazione. Per l'omessa o infedele dichiarazione si applica la sanzione da € 103,29 (L. 200.000) a € 516,46 (L. 1.000.000). La sanzione viene ridotta di un quarto se, entro il termine per ricorrere alle Commissioni Tributarie, interviene l'adesione del contribuente e contestuale pagamento del tributo, se dovuto, e della sanzione.

(Art. 3, commi 30 e 31, Legge 28/12/1995, n. 549: "Misure di razionalizzazione della finanza pubblica" (Finanziaria 1996) - G.U. S.O. n. 302 del 29/12/1995) 

31.01.2002

Navi - In deroga alle disposizioni impartite con il decreto ministeriale 4 aprile 1987 ed alle modifiche riportate nel decreto direttoriale 17 ottobre 2001, fino alla data del 31 gennaio 2002, il personale di camera e cucina nonche' il personale addetto ai servizi complementari di bordo che abbia effettuato almeno sei mesi di navigazione (maturati entro e non oltre il 31 dicembre 2001) negli ultimi cinque anni su navi adibite al traffico, ai sensi del Capitolo VI Sezione A VI/1, paragrafo 2, punto 1.2 del codice STCW'95, e' esonerato dalla frequenza del corso antincendio di base, in considerazione della navigazione gia' effettuata e delle esercitazioni svolte a bordo.

(Art. 1 D.M. 13/11/2001 - G.U.R.I. n. 288 del 12/12/2001)

31.01.2002

Lavoratori interinali - Entro oggi gli enti locali che hanno reclutato lavoratori interinali sono tenuti a fornire all'Aran le informazioni sull'andamento a consuntivo, relativo all'anno precedente, dei contratti di fornitura di lavoro temporaneo stipulati. Il CCNQ del 9/8/2000 prevede, infatti, l'utilizzo del lavoro interinale per soddisfare esigenze a carattere non continuativo e/o a cadenza periodica, ovvero collegate a situazioni di urgenza che non sono fronteggiabili con il personale in servizio o attraverso le ordinarie modalità di reclutamento. I dati da inviare al Servizio Studi e documentazioni dell'Aran (fax 06/32483249; e-mail: orsini@aranagenzia.it) consistono in: numero di lavoratori utilizzati; le loro mansioni, nonchè la categoria o profilo profesionale corrispondente; l'agenzia fornitrice; la duata, le motivazioni e gli oneri del contratto (nel caso si indichi un onere orario occorre specificare il numero delle ore complessivamente lavorate).

(CCNQ 9/8/2000 - D.Lgs. n. 165/2001)

31.01.2002

Impianti termoelettrici - Entro oggi ciascun esercente di un complesso di centrali con impianti termoelettrici, che nell'anno 1980 hanno emesso nell'atmosfera un quantitativo globale di SO2 > 300.000 tonnellate, deve presentare al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio ed al Ministero della Salute i dati di emissione globale di SO2, NOx e polveri delle proprie centrali emessi nell'anno 2000.

(p. 2, D.M. 10/3/1987, n. 105)

     
  
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità per possibili errori od omissioni nei testi
e negli ipertesti più sopra riportati, nonché per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni in essi contenuti.
             

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi