Scadenzario

  

MAGGIO 2001

          

SCADENZA

ADEMPIMENTO - OBBLIGO

03.05.2001

Legge quadro in materia di alcol e di problemi alcol correlati - Entra in vigore la "Legge quadro in materia di alcol e di problemi alcol correlati" n. 125 del 30.03.2001 che, all'articolo 15, di seguito riportato, prevede severi divieti di bere alcol per i lavoratori addetti a particolari mansioni (che saranno enunciate in un successivo decreto):

Art. 15. (Disposizioni per la sicurezza sul lavoro) 1. Nelle attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni sul lavoro ovvero per la sicurezza, l'incolumità o la salute dei terzi, individuate con decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con il Ministro della sanità, da emanare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, e' fatto divieto di assunzione e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche. 2. Per le finalità previste dal presente articolo i controlli alcolimetrici nei luoghi di lavoro possono essere effettuati esclusivamente dal medico competente ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni, ovvero dai medici del lavoro dei servizi per la prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro con funzioni di vigilanza competenti per territorio delle aziende unità sanitarie locali. 3. Ai lavoratori affetti da patologie alcolcorrelate che intendano accedere ai programmi terapeutici e di riabilitazione presso i servizi di cui all'articolo 9, comma 1, o presso altre strutture riabilitative, si applica l'articolo 124 del testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309. 4. Chiunque contravvenga alle disposizioni di cui al comma 1 e' punito con la sanzione amministrativa consistente nel pagamento di una somma da lire 1 milione a lire 5 milioni.

(Legge 30/3/2001, n. 125)

04.05.2001

Regolamento concernente la determinazione dei criteri vincolanti per la regolamentazione da parte delle autorità portuali e marittime dei servizi portuali, ai sensi dell'articolo 16 della legge n. 84/1994 - Entra in vigore il regolamento che stabilisce i criteri vincolanti ai quali devono attenersi le autorità portuali, dove istituite, o le autorità marittime, per la regolazione e la disciplina dei servizi portuali di cui all'articolo 16 della legge 28 gennaio 1994, n. 84.

(D.M. 6/2/2001, n. 132)

04.05.2001

Piani di abbattimento del rumore - Le società e gli enti gestori dei servizi pubblici di trasporto e delle relative infrastrutture devono comunicare al Ministero dell'Ambiente, alle regioni ed ai comuni competenti, anche al fine del controllo dell'applicazione delle disposizioni in materia di accantonamento delle risorse finanziarie di cui all'art. 10, comma 5, della Legge n. 447/1995:
a) l'entità dei fondi accantonati annualmente e complessivamente a partire dalla data di entrata in vigore della Legge n. 447/1995 (Legge quadro sul rumore);
b) lo stato di avanzamento fisico e finanziario dei singoli interventi previsti, comprensivo anche degli interventi già conclusi.

(art. 6, comma 1, D.M. 29/11/2000)

06.05.2001

Classificazione e quantificazione delle minorazioni visive e norme in materia di accertamenti oculistici - Entra in vigore la Legge n. 138 del 3/4/2001 che definisce le varie forme di minorazioni visive meritevoli di riconoscimento giuridico, allo scopo di disciplinare adeguatamente la quantificazione dell'ipovisione e della cecità secondo i parametri accettati dalla medicina oculistica internazionale.

(Legge 3/4/2001, n. 138)

09.05.2001

Trasporto merci - Ecopunti - Entro questa data le imprese italiane che effettuano trasporto di merci per conto terzi devono presentare la domanda per avere la quota di ecopunti relativa al secondo quadrimestre del 2001, relativa all'attraversamento del territorio austriaco.
La domanda deve essere redatta secondo l'allegato 1 del Decreto 29 marzo 2001, corredata dell'attestazione del versamento di L. 20.000 sul c.c.p. n. 4028 (imposta di bollo) ed inviata al Ministero dei Trasporti e della Navigazione - Dipartimento dei trasporti terrestri - Unita' di gestione APC - APC3, via Caraci, 36 - 00157 Roma.
Le imprese che, contestualmente alla comunicazione riguardante l'avvenuta assegnazione di ecopunti per il secondo quadrimestre 2001, vogliono ottenere l'elenco dei viaggi dichiarati di transito che non sono stati considerati ai fini della determinazione dell'assegnazione, debbono corredare la domanda con l'attestazione di un versamento di L. 10.000 sul c.c.p. n. 9001 (diritti) intestato a Direzione generale motorizzazione civile e T.C. - Roma. (artt. 2 e 4 DM 29 marzo 2001)

(D.M. 29/3/2001 - G. U.  n. 83 del 9/4/2001)

15.05.2001

Denuncia degli infortuni nel settore estrattivo - Entro questa data il direttore responsabile dei lavori deve trasmettere, all'autorità di vigilanza competente, un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni. 

(Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25/11/1996, n. 624)

16.05.2001

Incentivi INAIL - Scade oggi il termine per la presentazione delle domande di finanziamento all'INAIL dei progetti per la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Gli utenti che hanno inviato domande tramite Internet devono confermarle entro il 16 maggio inviando alla sede competente la prevista dichiarazione di responsabilità. 

(D.M. 7/2/2001)

20.05.2001

Denuncia al CONAI e calcolo del contributo sugli imballaggi relativo al mese di aprile 2001 - Entro il 20 maggio gli iscritti al CONAI ed in regime di dichiarazione mensile, devono calcolare sulla base delle fatture emesse o dei documenti ricevuti il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente distinguendo gli importi relativi a ciascuna tipologia di materiale e indicando il relativo consorzio o altro soggetto associativo costituito ai sensi dell'art. 38, comma 3, del D. Lgs. n. 22/97 (Decreto Ronchi). Gli importi dovuti dovranno essere versati al CONAI entro 90 giorni su uno o più dei sei conti correnti bancari, ognuno relativo a una tipologia di materiale. La dichiarazione deve essere presentata ogni mese dalle imprese che nell'anno solare precedente hanno dichiarato un contributo ambientale per singolo materiale di importo superiore a 60 milioni.

La liquidazione deve essere conforme al modello allegato al regolamento CONAI e deve essere conservata dal consorziato in apposito registro per cinque anni.

(art. 7, comma 10 del Regolamento del CONAI)

30.05.2001

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 30 maggio 2001 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6). Rimangono, comunque, esclusi i voli di Stato, quelli sanitari e di emergenza. La comunicazione serve per consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
Tale obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999 e cioè dall’entrata in vigore del DPR 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del DPR 496/1997.

(D.P.R. 9/11/1999, n. 476, articolo 1)

  
  
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità  per possibili errori od omissioni nei testi
e negli ipertesti più sopra riportati, nonché per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni in essi contenuti.
              

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi