Scadenzario

       

APRILE 2001

  

 SCADENZA

ADEMPIMENTO - OBBLIGO

01.04.2001

Contenitori cisterna gas compressi liquefatti o disciolti - Entra in vigore la disciplina prevista dal DM 16/1/2001: "Periodicità delle verifiche e revisioni dei contenitori-cisterna (comprese le casse mobili cisterna), destinati a contenere gas compressi liquefatti o disciolti".

(D.M. 16/1/2001)

01.04.2001

Comunicazione quantità di Halons in giacenza - Scade oggi il termine entro il quale i centri di raccolta di gas halons ex art. 6 DM 26 marzo 1996, devono comunicare ai ministeri dell'Ambiente e dell'Industria le quantità in giacenza per tipo di sotanza, anche se uguali a zero.

(art. 6, comma 4, D.M. 26/3/1996)

12.04.2001

Collaudi e verifiche di attrezzature di lavoro - La circolare del Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale del 12 gennaio 2001, n. 9, relativa al sistema dei collaudi e delle verifiche di talune attrezzature di lavoro, indica i termini entro i quali gli utenti dei mezzi e sistemi di sicurezza per i ponteggi sospesi motorizzati recanti la marcatura CE, devono inoltrare una specifica comunicazione di messa in servizio delle apparecchiature alla Direzione generale dei Rapporti di lavoro - Divisione VII - dello stesso Ministero. Tali termini sono stati fissati nel seguente modo:

entro novanta giorni dalla data della circolare (cioè entro il 12/4/2001), se l'apparecchio cui la comunicazione si riferisce risulta già messo in servizio alla data della circolare stessa, sempreché non sia stato già provveduto in tal senso,

per apparecchi messi in servizio successivamente, entro novanta giorni dalla data di effettiva immissione in servizio.

(Circolare n. 9 del 12/1/2001)

15.04.2001

Denuncia degli infortuni nel settore estrattivo - Entro questa data il direttore responsabile dei lavori deve trasmettere, all'autorità di vigilanza competente, un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.

(Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25/11/1996, n. 624)

19.04.2001

Disposizioni in campo ambientale - Entra in vigore la Legge 23 marzo 2001, n. 93 "Disposizioni in campo ambientale" (Gazz. Uff. n. 79, 4 aprile 2001). Tra le misure previste dalla Legge anche il rifinanziamento della legge 344/97 "Disposizioni per lo sviluppo e la qualificazione degli interventi e dell'occupazione in campo ambientale", la  semplificazione delle procedure amministrative per le imprese che hanno ottenuto la registrazione al sistema comunitario di ecogestione e audit EMAS e le modifiche al Decreto Ronchi (Decreto 5 febbraio 1997, n. 22) e alla legge 25 gennaio 1994, n. 70 nella parte relativa al MUD.

(Legge 23/3/2001, n. 93)

20.04.2001

Denuncia al CONAI e calcolo del contributo sugli imballaggi relativo al mese di marzo 2001 - Entro il 20 aprile gli iscritti al CONAI ed in regime di dichiarazione mensile, devono calcolare sulla base delle fatture emesse o dei documenti ricevuti il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente distinguendo gli importi relativi a ciascuna tipologia di materiale e indicando il relativo consorzio o altro soggetto associativo costituito ai sensi dell'art. 38, comma 3, del D. Lgs. n. 22/97 (Decreto Ronchi). Gli importi dovuti dovranno essere versati al CONAI entro 90 giorni su uno o più dei sei conti correnti bancari, ognuno relativo a una tipologia di materiale. La dichiarazione deve essere presentata ogni mese dalle imprese che nell'anno solare precedente hanno dichiarato un contributo ambientale per singolo materiale di importo superiore a 60 milioni.

La liquidazione deve essere conforme al modello allegato al regolamento CONAI e deve essere conservata dal consorziato in apposito registro per cinque anni.

(art. 7, comma 10 del Regolamento del CONAI)

26.04.2001

Sicurezza e salute dei lavoratori del Corpo Forestale dello Stato - Entra in vigore oggi il DM 6 febbraio 2001, n. 110: "Regolamento recante norme per l'applicazione al Corpo forestale dello Stato delle disposizioni in materia di sicurezza e salute dei lavoratori nel luogo di lavoro".

(D.M. 6/2/2001, n. 110)

26.04.2001

Manodopera agricola - Scade oggi il termine, differito da giovedì 25 festivo, per la presentazione alla sede competente dell'INPS della dichiarazione trimestrale della manodopera agricola (operai a tempo indeterminato e a tempo determinato) occupata nel primo trimestre solare 2001 (Dmag - modello cartaceo).

(Il vademecum per la compilazione del modello Dmag è reperibile nella circolare INPS n. 183 dell' 1/10/1999 così come integrata dalla circolare n. 157 del 21/09/2000)

28.04.2001

Bombole gas per uso medicale - Entro oggi tutte le bombole destinate a contenere gas per uso medicale elencati nella Farmacopea ufficiale italiana in circolazione in Italia dovranno essere adeguate, a cura dei proprietari, alle disposizioni dell'articolo 1 del D.M. 14 ottobre 1999 del Ministero dei Trasporti inerente la colorazione delle bombole suddette.

30.04.2001

Recupero agevolato rifiuti non pericolosi - Entro il 30 aprile 2001 le imprese che effettuano il recupero agevolato di rifiuti non pericolosi ricompresi negli allegati 1 e 2 al DM 5 febbraio 1998 e nel rispetto delle condizioni ivi indicate devono versare i diritti di iscrizione agli albi provinciali. L’entità di tali diritti è riportata nell’art. 1, DM 21 luglio 1998, n. 350 (da un minimo di Lire 100.000 ad un massimo di Lire 2.000.000) in ragione di sei classi di attività. Le classi sono determinate in base alle tonnellate di rifiuti recuperate ogni anno.

Il versamento va effettuato mediante c/c postale intestato alla provincia indicando nella causale:
- denominazione e sede legale del richiedente;
- attività per la quale è stata effettuata la comunicazione e relativa classe di iscrizione;
- partita IVA e Codice fiscale.
In caso di mancato versamento, l’iscrizione nei registri viene sospesa.

Va ricordato che il DM 350/1998 è riferito anche all’autosmaltimento, ma il relativo decreto che ne regolamenta la disciplina agevolata (previsto dagli artt. 31 e 32, D. Lgs. 22/1997), non è mai stato emanato. In ogni caso, dal relativo regime agevolato sarebbero esclusi i rifiuti pericolosi e la discarica.

(D.Lgs. 5/2/1997, n. 22, articolo 33, comma 3 - D.M. 21/7/1998, n. 350, artt. 1, 2 e 3)

30.04.2001

Modello MUD rifiuti - Entro il 30 aprile 2001 produttori e gestori di rifiuti pericolosi e non pericolosi (salvo qualche rara eccezione) individuati dall’articolo 11, comma 3, del D.Lgs. n. 22 del 5/2/1997 (Decreto Ronchi), devono inviare il MUD alle Camere di Commercio del capoluogo di Provincia in cui ha sede l’unità locale dell’impresa. I dati da comunicare sono riferiti ai rifiuti prodotti e gestiti nel 2000 e il modello da usare è quello riportato nel D.P.C.M. 31 marzo 1999. Le istruzioni allegate al citato D.P.C.M. 31 marzo 1999 sono parte integrante del decreto e sono fondamentali per la corretta compilazione del modello.

Comuni, loro Consorzi, Comunità montane e aziende speciali (cioè i gestori del servizio pubblico sui rifiuti urbani ed assimilati) sono obbligati a presentare le dichiarazioni aggiuntive per i costi e i ricavi del servizio reso come previsto dall’articolo 11, comma 4, del "Ronchi". Questo non toglie che i Comuni che operano in regime di economia debbono adempiere anche all’obbligo di cui al comma 3, poiché gestori di rifiuti a tutti gli effetti, come qualsiasi impresa. 

Sanzioni - Chiunque non presenta il MUD, ovvero in modo incompleto o inesatto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da L.. 5.000.000 a L. 30.000.000.
Se la presentazione avviene entro 60 gg dalla scadenza (29 giugno 2001), si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da L. 50.000 a L. 300.000.
Diversamente, ai fini sanzionatori, il ritardo equivale ad omissione. Nel caso sussistano incompletezze formali, inesattezze e i dati riportati nella comunicazione, nei registri di carico e scarico, consentono di ricostruire le informazioni dovute si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da L. 500.000 a L. 3.000.000. L’applicazione delle sanzioni in via analogica non è consentita. Pertanto, esse non potranno essere applicate ai gestori del servizio pubblico per le violazioni relative ai dati di cui al comma 4. Analoga impossibilità di estensione in analogia si rileva nei confronti della comunicazione relativa agli imballaggi di cui all’articolo 37, comma 2, decreto 22/97. Tale dichiarazione, infatti, nulla ha a che vedere con i rifiuti ma è riferita solo ai prodotti. I rifiuti di imballaggio, invece, vanno dichiarati usando la ordinaria "Sezione rifiuti". Si ricade così nella generale previsione di cui all’articolo 11, comma 3, con l’applicazione di tutte le sanzioni del caso previste dall’articolo 51, comma 1.

(D.Lgs. 5/2/1997, n. 22, art. 11, commi 3 e 4)

30.04.2001

Albo nazionale gestori rifiuti - Entro il 30 aprile 2001 le imprese rubricate all'articolo 30, comma 4, D. Lgs. 22/1997 ed iscritte all’Albo nazionale gestori rifiuti fino al 31 dicembre 2000 devono pagare i diritti di iscrizione annuali presso la sezione regionale dell’Albo medesimo.
Le imprese iscritte nel corso del 2001, invece, devono effettuare il versamento entro i 30 giorni successivi alla comunicazione della iscrizione da parte della citata sezione regionale. Il pagamento deve essere effettuato compilando i bollettini di conto corrente postale che si trovano presso le sezioni regionali, ubicate presso le Camere di commercio dei capoluoghi di Regione. Il mancato pagamento comporta la sospensione d’ufficio dall’Albo e l’impresa sarà impossibilitata ad operare. La sospensione permane fino a che non verrà effettuato il pagamento.

(D.M. 13/11/1995, artt. 3 e 5 - D.Lgs. 27/1/1992, n. 100, articolo 30, commi 4 e 16 - D.M. 28/4/1998, n. 406 art. 21)

30.04.2001

Tassa discariche - Entro il 30 aprile 2001 i gestori di discariche o di impianti di incenerimento senza recupero energetico devono versare alla regione il tributo speciale per il deposito in discarica di rifiuti solidi. Il versamento va effettuato entro il mese successivo alla scadenza del trimestre solare in cui sono state effettuate le operazioni di deposito. Le regole sono fissate dalla disciplina regionale.

Per l’omessa o infedele registrazione delle operazioni di conferimento in discarica è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria commisurata al 50% del tributo relativo all’operazione. La sanzione si riduce di 1/4 quando, entro il termine per ricorrere alle commissioni tributarie, interviene l’adesione del contribuente e il contestuale pagamento del tributo e della sanzione.

(Legge 28/12/1995, n. 549 (Finanziaria 1996), art. 3, commi 30 e 31)

30.04.2001

Tecnico responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia - I soggetti del settore industriale, civile, terziario e dei trasporti che nell'anno precedente hanno avuto un consumo di energia superiore a 10.000 TEP per il settore industriale, 1000 TEP per tutti gli altri settori, devono comunicare al Ministero dell'Industria il nominativo del tecnico responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia. La mancata comunicazione esclude il soggetto dagli incentivi previsti dalla Legge n° 10 del 1991.

(art.19, comma 1 Legge 9/1/1991, n. 9)

30.04.2001

Inquinamento acustico negli aeroporti - Entro il 30 aprile 2001 le Regioni devono trasmettere ai Ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6). Rimangono, comunque, esclusi i voli di Stato, quelli sanitari e di emergenza. La comunicazione è diretta a consentire la verifica che i voli notturni siano effettuati con aerei che soddisfino i requisiti acustici previsti dalla Convenzione di Chicago del 7 dicembre 1944, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561.
L’obbligo di comunicazione regionale è vigente dal 18 dicembre 1999, cioè dall’entrata in vigore del DPR 9 novembre 1999, n. 476 che, con il suo articolo 1, ha interamente modificato l’articolo 5 del D.P.R. 496/1997.

(D.P.R. 9/11/1999, n. 476, articolo 1)

  
   
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità  per possibili errori od omissioni nei testi
e negli ipertesti più sopra riportati, nonché per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni in essi contenuti.
              

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi