Info-crono-archivio

    

7 MARZO 2011

  

   

Vuoi vedere anche tutte le altre notizie di lunedi' 7 marzo 2011 e scaricare i documenti allegati?

Le altre notizie del 07.03.2011 sulla sicurezza e salute sul lavoro (Riservate agli abbonati): Le violazioni sanzionabili dagli Ispettori - Conformita' dei prodotti ds costruzione e molto altro ancora .....

Per vedere e scaricare i documenti piu' importanti del giorno presenti nell'area riservata
(MODULISTICA, CORSI DI FORMAZIONE, FAC - SIMILI DI VALUTAZIONI DEI RISCHI, POS, PSC,  ecc...)
cliccate qui e inserite la Vostra UserID e Password
  

Chi non fosse abbonato e volesse prendere visione e scaricare i documenti piu' interessanti
non liberamente accessibili messi online oggi compili il modulo cliccando qui

  

   

PROMOZIONE ABBONAMENTO 2011
ABBONATI SUBITO E AVRAI L'ABBONAMENTO VALIDO PER 13 MESI AL PREZZO DI 12!!

   
07/03/2011

 

Un portale tutto "in rosa" su occupazione e pari opportunità

7 marzo 2011. Promosso dall'ex-Ispesl, il sito è nato per diffondere i risultati dell'Agenzia Europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Osha). Tra i suoi scopi una  maggiore integrazione della donna nel mercato del lavoro

ROMA - Valorizzare l'eterogeneità anche sui luoghi di lavori, considerando le differenze di genere e tutelando la donna nei settori più a rischio. Si pone questi obiettivi il sito web "Donna, Salute e Lavoro", ideato dall'ex-Ispesl e nato da una sfida congiunta con l'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Osha) :potenziare la maggiore integrazione dei generi nel mercato occupazionale italiano. In seguito al massiccio ingresso del 'gentil sesso' nel mondo del lavoro risulta, infatti, fondamentale porre attenzione ai soggetti più deboli, attraverso una corretta informazione che vada dall'esperienza biologica della maternità ai rischi che possono manifestarsi durante i cicli produttivi delle diverse imprese.

Una "vetrina" sul lavoro al femminile. Oltre a scardinare il paradigma secondo il quale il lavoro è esclusivamente maschile, il sito si propone come 'vetrina' per dare maggiore visibilità all'occupazione in rosa: un ambiente virtuale, punto di riferimento per le istituzioni e i soggetti interessati. Tra le priorità del portale l'ampia diffusione delle "buone prassi", prodotte e aggiornate in base agli studi sulla valutazione dei rischi di genere.

Tante novità su occupazione e pari opportunità. Inoltre, il sito vuole dare alle donne l'opportunità di sperimentarsi in tutti i settori salvaguardando sempre la salute. Fondamentale è la sezione "news", dove gli utenti possono essere costantemente aggiornati sulle novità relative al tema della salute occupazionale e più in generale ad alcuni aspetti riguardanti le pari opportunità. Anche la pubblicazione di progetti e bandi relativi allo sviluppo professionale delle lavoratrici persegue l'obiettivo di rendere facilmente consultabile le novità del settore.

Uscendo fuori dai confini nazionali, il sito segnala progetti a carattere europeo e internazionale, guardando con interesse, per esempio, alle attività dell'Agenzia europea per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o evidenziando i rapporti della Rete europea su Gender mainstreaming, nata anche questa con l'obiettivo di promuovere lo scambio di informazioni sulla donna.

Per una maggiore integrazione tra vita pubblica e vita privata è stata creata in home page una sezione rivolta esclusivamente a raccogliere la legislazione internazionale, comunitaria e nazionale in materia di tutela e prevenzione della salute e sicurezza della donna. Non ultima l'area "dossier" dedicata alla pubblicazione di documenti e direttive europee, relative al mondo occupazionale femminile. Sempre accessibile dalla pagina iniziale è la sezione "argomenti", che raccoglie documenti di varia origine: da pubblicazioni apparse su riviste, newsletter e periodici, multimediali, ad iniziative proposte da vari soggetti. Tutti accomunati dall'attenzione verso la salute delle donne e realizzati adottando un atteggiamento sensibile al genere.

(adr/roma)

Fonte: INAIL

       
07/03/2011

11 settembre, in cima alle Torri
Il video con le immagini mai viste

 E' stato diffuso dal New York Police Department. Le riprese da un elicottero. Diciassette minuti di filmato in cui si vede il World Trade Center dai primi istanti dell'attacco fino al crollo. A distanza ravvicinata

Fonte: Repubblica

   
07/03/2011

RAPPORTO UNICEF 2011: IL LAVORO NELLE MANI DEI BAMBINI

 
Per informazioni: tel. 06 54196334 - fax: 06 5406776 - email: ufficiostampa@anmil.it

SONO 150 MILIONI, I BAMBINI LAVORATORI

Sono 150 milioni nel mondo, i bambini fra i 5 e 14 anni impiegati nel lavoro minorile. Lo dice l’Unicef, nel suo Rapporto 2011 sull’infanzia e l’adolescenza. L’Africa si conferma ancora una volta in testa in questa triste graduatoria, con 29 bambini lavoratori su 100 (dato che non contempla la Nigeria). Percentuale che sale addirittura al 35 nell’Africa occidentale e centrale e che, oltretutto, non registra differenze di genere particolarmente significative. La seconda area geografica per diffusione del fenomeno è l’Asia, dove la percentuale del 12% non comprende, però, la Cina, in cui il fenomeno non è registrato ma, presumibilmente, molto diffuso. Nel Nord Africa e nel Medio Oriente il lavoro minorile riguarda il 10% dei ragazzi, nell’America Latina il 9%. Per quanto riguarda i singoli paesi, impressionante il dato, che supera il 50%, del Ciad e dell’Etiopia. Purtroppo, il rapporto non raccoglie cifre che riguardano l’Occidente e i paesi industrializzati.
ISTRUZIONE E SCOLARIZZAZIONE – A fronte dei numeri sul lavoro minorile, vanno riportate anche quelli sull’istruzione e sulla frequenza scolastica, che sono inversamente proporzionali. Sono 70 milioni gli adolescenti che non frequentano le scuole secondarie superiori. Anche in questo caso, la frequenza più bassa si registra in Africa, con il 33%, e in particolare in Africa orientale e meridionale, con il 23%. Seguono l’Asia e il Medio Oriente con il 53%, e l’America Latina, dove invece il tasso di frequenza sale oltre il 70%. Il paese con il più grave problema di scolarizzazione è il Burkina Faso, dove la frequenza si ferma al 16%. Va sottolineato che in questo campo la differenza fra ragazzi e ragazze è spesso molto significativa.
OCCUPAZIONE – A fronte dei pesantissimi dati sul lavoro minorile, c’è da segnalare, paradossalmente, il dato altrettanto pesante sulla disoccupazione giovanile. Disoccupazione che, però, si distribuisce in maniera diversa, e più omogenea, fra le varie regioni del nostro pianeta. In particolare, se il dato mondiale nel 2009 si attesta al 13% (in aumento di un punto rispetto al 1998), la crescita è molto marcata nelle economie occidentali, anche a causa della crisi economica, mentre una tendenza di tipo opposto si registra nelle altre parti del mondo. In ogni caso, l’Africa Settentrionale registra il tasso di disoccupazione giovanile più alto (24%), l’Asia meridionale il più basso (10%).
Il Rapporto Unicef 2011

Fonte: ANMIL

   
07/03/2011 Autoliquidazione 2010-2011. Differimento al 16 giugno del termine per il versamento dei premi assicurativi da parte delle imprese di autotrasporto merci in conto terzi

Direzione Centrale Rischi
Ufficio Entrate
Prot. INAIL.60010.03/03/2011.0001749
ALLE STRUTTURE CENTRALI E TERRITORIALI

Oggetto: Autoliquidazione 2010-2011. Differimento al 16 giugno del termine per il versamento dei premi assicurativi da parte delle imprese di autotrasporto merci in conto terzi.
Si fa seguito alla nota prot. n. 1367 del 17.2.2011, per informare che la legge del 26 febbraio 2011, n. 10
1, all'articolo 1, comma 4-duodecies, primo periodo, ha disposto che:  "Per  l'anno 2011, il termine di cui all'articolo 55, comma 5, della legge 17 maggio 1999, n. 144, e successive modificazioni, per il versamento dei premi assicurativi da parte delle imprese di autotrasporto di merci in conto terzi, è fissato al 16 giugno".
Pertanto, fermi restando i termini per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni, del 16 febbraio e del 16 marzo (quest'ultimo per le imprese che si avvalgono delle modalità telematiche), il versamento dei premi assicurativi dovuti per l'Autoliquidazione 2010/2011 da parte delle imprese di autotrasporto di merci in conto terzi è stato differito al 16 giugno 2011.
Per quanto riguarda le riduzioni previste dall'art. 29, comma 1-bis, terzo periodo, del decreto-legge n. 207/2008 finanziate dal Fondo per il proseguimento degli interventi a favore dell'autotrasporto di merci, si fa riserva di ulteriori comunicazioni. 

IL DIRETTORE CENTRALE
F.to Ing. Ester Rotoli

Note: 1- Di conversione con modificazioni del decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225 recante: "Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e di interventi urgenti in materia tributaria e di sostegno alle imprese e alle famiglie", pubblicata nel supplemento ordinario n. 53 alla G.U. n. 47 del 26.2.2011.

Fonte: INAIL

   
Per vedere e scaricare i documenti piu' importanti del giorno presenti nell'area riservata
(MODULISTICA, CORSI DI FORMAZIONE, FAC - SIMILI DI VALUTAZIONI DEI RISCHI, POS, PSC,  ecc...)
cliccate qui e inserite la Vostra UserID e Password
  
 

 

07/03/2011 Il cantiere stradale è un ambiente di lavoro complesso che presenta una molteplicità e variabilità di rischi sia per chi ci lavora, sia per coloro che vengono in qualche modo a contatto con l'area dei lavori. La conoscenza dei rischi, la prevenzione, l'informazione e la formazione sono elementi fondamentali per una cultura della sicurezza che consenta di ridurre concretamente il fenomeno infortunistico.

Pubblicato nel marzo 2010, il manuale operativo sulla Sicurezza sul lavoro nei cantieri stradali vede in questo opuscolo - aggiornato al 2011 - una versione semplificata elaborata nell'ambito del progetto promosso dal Comitato Consultivo Provinciale di Verona e condiviso dalla sede INAIL della stessa città. L'opuscolo informativo per i lavoratori, con un linguaggio essenziale e corredato da numerose immagini, favorisce l'immediata comprensione delle indicazioni ed informazioni fornite ai lavoratori. È stato anche inserito un questionario per verificare l'effettivo livello di comprensione delle informazioni acquisite dai lavoratori nell'ambito di percorsi formativi erogati dai datori di lavoro.

Prodotto: Opuscolo
Edizioni: INAIL- Febbraio 2011
Disponibilità: Sì -
Consultabile anche in rete (.pdf 16,7 Mb)
Informazioni e richieste:
dccomunicazione@inail.it

Fonte: INAIL

   
07/03/2011

LA STRAGE DI VIAREGGIO

Partito da Cape Canaveral lo Shuttle, alla sua ultima missione prima del pensionamento: destinazione la stazione spaziale internazionale, dove porterà un carico speciale. Il robot umanoide "Robonaut 2" continua >>

Fonte: Repubblica.it

   
07/03/2011

Rifiuti: modifiche agli obblighi di comunicazione annuale

La circolare recante indicazioni operative relative all'assolvimento degli obblighi di comunicazione annuale di cui alla legge 70/94, al Dpcm 27/04/2010 e all'art.12 del Dm 17/12/2009, come modificato con Dm 22/12/2010

A seguito dell’introduzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti SISTRI, è venuta meno, per i soggetti tenuti ad aderire al SISTRI, la necessità di comunicazione, ai sensi della legge 70/94, dei dati relativi ai rifiuti prodotti, gestiti e movimentati già inseriti nel sistema informatico. In particolare, con il decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, che, modificando il decreto legislativo n. 152/2006, ha introdotto, tra l’altro, l’articolo 264-bis, sono state abrogate, con decorrenza dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo medesimo, le norme concernenti le parti del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) di cui al DPCM 27 aprile 2010 riguardanti i produttori di rifiuti e le imprese e gli enti che effettuano il trasporto di rifiuti speciali, nonché i soggetti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti e gli intermediari e commercianti di rifiuti senza detenzione, ora tenuti ad iscriversi al SISTRI. continua >>

Fonte: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

   
07/03/2011

Legambiente per la scuola

Legambiente rivolge al mondo della scuola numerose proposte di lavoro il cui punto di forza è la connessione tra apprendimenti disciplinari, costruzione di competenze trasversali e formazione alla cittadinanza attiva.
Classe per l'Ambiente è la proposta educativa di Legambiente rivolta a tutte le classi che scelgono di fare dell'impegno per l'ambiente un momento importante del proprio percorso formativo.
Puliamo il Mondo, La Festa dell'Albero, Nontiscordardimè, 100 Strade per Giocare, Voler Bene all'Italia, Festambiente Ragazzi, sono le iniziative che ogni anno coinvolgono sul territorio ragazzi e adulti.
Oltre ai progetti educativi e alle numerose iniziative, l'associazione propone, attraverso la sua rete dei
Centri di Educazione Ambientale, gemellaggi, con le scuole dei piccoli Comuni italiani con il progetto La scuola adotta un Comune e numerose proposte di turismo educativo che sono opportunità di incontro e volontariato nelle quali confrontarsi con i coetanei e con realtà diverse.
Sono tante le iniziative, campagne, manifestazioni, che ogni anno organizzano le scuole e le classi che aderiscono alle nostre proposte educative, in collaborazione con i CEA ed i Circoli di Legambiente aderenti alla Rete dei Circoli Capaci di Futuro.
In
Voci e immagini dalle Scuole e dai Circoli Capaci di Futuro raccontiamo le storie che ci arrivano dai territori.
Se trovi qualche esperienze interessante, puoi contattarci per saperne di più.

Aderite a Scuole sostenibili e raccontateci le vostre attività.

Per informazioni: scuola.formazione@legambiente.it

Fonte: Legambiente

  

   

PROMOZIONE ABBONAMENTO 2011
ABBONATI SUBITO E AVRAI L'ABBONAMENTO VALIDO PER 13 MESI AL PREZZO DI 12!!

     
07/03/2011 DPL Modena: festività del 17 marzo 2011 - chiarimenti amministrativi

Fonte: DPL Modena

       
07/03/2011 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 25 ottobre 2010, n. 1482. Elenco regionale dei prezzi per lavori edili, impianti tecnologici, infrastrutture a rete, lavori stradali e impianti sportivi per l'esecuzione di opere pubbliche continua >>

Fonte: Regione Umbria

   
07/03/2011

FONDO DI ROTAZIONE PER L`IMPRENDITORIALITA` (FRIM) - ESTENSIONE AL SETTORE EDILIZIO  DEGLI STRUMENTI PER IL SOSTEGNO DELLA COMPETITIVITA'

(Decreto del Dirigente di Unita` Organizzativa n. 1439 del 17 febbraio 2011)

Nell`ambito degli strumenti per il sostegno alla competitivita` del sistema produttivo lombardo, la nuova Direzione Generale Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione ha approvato, il 17 febbraio 2011, un decreto  che estende l`ambito di ammissibilita` delle istanze a valere sul Fondo di rotazione per la competitivita` (FRIM) a tutte le micro, piccole e medie imprese edili della Lombardia.

Nel nuovo provvedimento le imprese del settore delle costruzioni sono equiparate a tutti gli effetti a quelle manifatturiere.

Si ricorda, infatti, che fin dal luglio 2007, quando e` stato varato, tale importante strumento, l'agevolazione ha riguardato le sole imprese manifatturiere (classificazione Ateco C).

A partire dal 1° marzo prossimo, invece, anche le imprese di costruzione (codice Ateco F), potranno accedere, secondo le modalita` indicate nel bando, alle linee di finanziamento gia` operative, che riguardano, nello specifico:

- lo sviluppo aziendale basato su processi di ammodernamento ed ampliamento produttivo;

- la crescita dimensionale perseguita tramite acquisizione d`impresa terza non collegata;

- il trasferimento di impresa realizzato tramite operazioni di acquisizione di impresa da parte di nuove societa` di capitali costituite da persone fisiche.

Si allega, oltre al testo del decreto odierno (All.1), il provvedimento istitutivo del FRIM (All.2) e il relativo bando (All.3), nonché una scheda sintetica sul Fondo di rotazione per l`imprenditorialita` (All.4). 

Allegati:

1) Decreto del Dirigente di Unita` Organizzativa n. 1439 del 17 febbraio 2011 

2) provvedimento istitutivo del FRIM 

3) Bando 

4) Fondo di rotazione per l`imprenditorialita` - scheda

Fonte: Collegio Costruttori Edili Brescia

   
07/03/2011

 

Gimbe - Un portale di accesso alle informazioni evidence based molto ben costruito è quello del Gimbe.
www.gimbe.org
       
07/03/2011 Scarica il 16° Rapporto Annuale Responsible Care

Fonte: Federchimica

   
Per vedere e scaricare i documenti piu' importanti del giorno presenti nell'area riservata
(MODULISTICA, CORSI DI FORMAZIONE, FAC - SIMILI DI VALUTAZIONI DEI RISCHI, POS, PSC,  ecc...)
cliccate qui e inserite la Vostra UserID e Password
  
  

 

07/03/2011
Progetto 'Sicurformando'
Pubblicato l'avviso della Regione Abruzzo
L'Assessorato al lavoro della Regione Abruzzo ha pubblicato l'avviso inerente il progetto "Sicurformando" per la selezione a sportello di corsi di formazione finalizzati all'innalzamento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro delle micro, piccole e medie imprese abruzzesi. L'iniziativa è finanziata con 1,3 milioni di euro delle risorse programmate nel Piano Operativo 2009-2011 del Fondo Sociale Europeo 2007-2013.
Una riserva di 300mila euro è stata destinata alle imprese operanti nei settori edile e dell'agricoltura, che risultano essere, sulla base delle rilevazioni effettuate dall'INAIL, gli ambiti di attività economica a più elevata intensità di rischio. I momenti formativi, articolati in attività corsuali e seminariali, saranno erogati a livello di azienda di appartenenza o di aziende contigue ed omogenee rispetto al tipo di produzione.
Per ulteriori informazioni sull'avviso vai al sito web della
Regione Abruzzo

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

   
07/03/2011
Tracciabilità: ulteriori chiarimenti alle p.a.

[Il Sole 24 Ore ? Norme e tributi - 21/02/2011 - di Patrizia Ruffini]
La registrazione e` estesa a tutti i nuovi contratti

Nessun appalto sfugge al vincolo di tracciabilita`
Non sono bastate due determinazioni a chiarire i dubbi applicativi in materia di tracciabilita` dei flussi finanziari e, a meno di un mese dall`emanazione dell`atto n. 10 del 22 dicembre, l`Autorita` di vigilanza sui contratti ha pubblicato anche i quesiti operativi piu` frequenti (Faq).
La tracciabilita` e` il tema che piu` di ogni altro, in queste settimane, scalda il clima negli enti locali e non solo, viste le complesse implicazioni anche per i soggetti economici. Tra i punti piu` sofferti c`e` l`inesistenza di un limite di importo. La legge prevede, infatti, che i nuovi obblighi si applichino a tutti i contratti di appalto di lavori, servizi e forniture tra un committente pubblico e un operatore economico, indipendentemente dalle procedure di affidamento (gara, servizi in economia eccetera) e senza differenza fra modalita` di stipula del contratto (contratto formale, ordine a seguito di offerta eccetera). La portata applicativa della nuova disciplina, quindi, e` ampia e comprende anche i contratti relativi a piccole forniture o a servizi di modico valore, acquistati in economia.
L`altro punto delicato e` rappresentato dall`esclusione dagli obblighi di tracciabilita` degli acquisti effettuati utilizzando il fondo economale, per spese di carattere occasionale ed urgente. A condizione, pero`: che non si tratti di spese effettuate a fronte di contratti di appalto; che gli acquisti siano tipizzati nel regolamento di contabilita` o di economato e nel rispetto dei limiti di spesa che l`ente si e` dato nel regolamento della cassa economale.
Problematica anche la strada dell`esclusione dalla tracciabilita` dello svolgimento di prestazioni di lavori, servizi e forniture in economia, tramite amministrazione diretta ex articolo 125, comma 3 del Codice dei contratti. Anche in questi casi - in cui la stazione appaltante provvede all`esecuzione di opere con materiali, mezzi e personale propri - la dispensa opera solo se non ci sono contratti di appalto.

Aspetti operativi
La ricostruzione del flusso finanziario connesso alle commesse pubbliche avviene con il Cig (codice identificativo di gara), che va richiesto all`Autorita` di vigilanza per tutti i contratti, non essendo piu` prevista la soglia minima. L`adempimento grava sul responsabile unico del procedimento (come chiarito da nota dell`Autorita` del 7 settembre scorso), in un momento antecedente l`inizio della procedura di gara, in quanto il codice deve essere indicato nel bando, nell`avviso pubblico o nella lettera di invito a presentare l`offerta (per le procedure senza bando) o nella lettera d`ordine (nei casi di preventivi rilasciati dal fornitore odi listini). Per i progetti di investimento pubblico (escluse le manutenzioni ordinarie) il responsabile di procedimento e` obbligato a richiedere anche il Cup (codice unico di progetto). Dopo aver inserito nei contratti le clausole di tracciabilita`, i pagamenti devono essere effettuati mediante bonifici bancari o postali o altri strumenti tracciabili, utilizzando i conti correnti dedicati. Questi ultimi possono essere comunicati dagli operatori economici anche una sola volta, con dichiarazione valevole per tutti i rapporti contrattuali in essere. Occorre che il responsabile del procedimento richiami nel provvedimento di liquidazione gli estremi del Cig, del Cup (ove presente) e dell`Iban del conto corrente dedicato. Cio` affinche` il responsabile finanziario possa specificare i codici nel mandato di pagamento, e la banca possa poi inserirli nel bonifico bancario o postale. La sanzione per la mancata indicazione negli strumenti di pagamento dei codici va dal 2 al 10% del valore della transazione.
Purtroppo, questo nuovo adempimento si aggiunge ai gia` pesanti obblighi di controllo presso Equitalia (per pagamenti superiori a 10mila euro) e di verifica del Durc, al quale recentemente l`Autorita` sui contratti ha dedicato un`apposita sezione nelle Faq. Tutto cio` richiede una crescita nella collaborazione fra responsabili di procedimento e responsabile finanziarlo, ricordando che il nuovo obbligo non colpisce solo gli uffici addetti ai pagamenti, ma grava su tutti i settori.
 

Fonte: ANCE Agrigento

 

  

07/03/2011 Comunicazioni n. 71 / gennaio 2011 continua >>

Fonte: CFSL (Svizzera)

  

   

07/03/2011

TESTO UNICO SICUREZZA E NON SOLO ... - Segnaliamo dal nostro Forum le seguenti interessanti discussioni sul Testo Unico sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro (e non solo ...), in continua evoluzione:

Obblighi del Coordinatore per l'esecuzione dei lavori

svolgimento diretto compiti propri del SSP....

Brunetta sulla sicurezza

art.21 o art.26 ?

DVR lavorazioni di manutenzione di tratte autostradali

Vai a tutte le altre discussioni in Tempo Reale sul Testo Unico >>

TESTO UNICO IN MATERIA DI SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO

       
07/03/2011

Extreme Heat


These self-help measures are not a substitute for medical care but may help you recognize and respond promptly to warning signs of trouble. Your best defense against heat-related illness is prevention. Staying cool and making simple changes in your fluid intake, activities, and clothing during hot weather can help you remain safe and healthy continua >>

Fonte: CDC

       
Vai alle altre notizie di lunedi' 07.03.2011 (Riservate agli abbonati) >>
 

      

Vuoi vedere anche tutte le altre notizie di lunedi' 7 marzo 2011 e scaricare i documenti allegati?

Le altre notizie del 07.03.2011 sulla sicurezza e salute sul lavoro (Riservate agli abbonati): Sicurezza e igiene negli alloggi stagionali - Edifici a basso consumo - Sicurezza e igiene nelle scuole molto altro ancora .....

Se non sei ancora abbonato vai alla pagina ''Come abbonarsi'' e compila il modulo relativo

Se, invece, siete gia' abbonati cliccate qui ed inserite la Vostra UserID e Password

  

      

                             
                             
 Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità per possibili errori od omissioni,
nonché per eventuali danni derivanti dall'uso dei testi e dei relativi collegamenti ipertestuali sopra riportati
                   

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi