Info-crono-archivio

    

6 MAGGIO 2008

  

   

Chi volesse prendere visione di tutte le news deve prima abbonarsi
compilando il modulo che trova nella pagina ''Come abbonarsi''

Se, invece, siete gia' abbonati cliccate qui ed inserite la Vostra UserID e Password  

 

 

06/05/2008

USO DELLE ALTE FREQUENZE NELLA PREVENZIONE PRECOCE DELLA IPOACUSIA DA RUMORE
G. Somma, L. Coppeta, A. Magrini, M. Parrella*, M. C. Cappelletti*, S. Gardi^, M. Messina^, A. Bergamaschi*
Università Tor Vergata, Roma- Cattedra di Medicina del Lavoro
* Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma- Istituto di Medicina del Lavoro
^ Italcementi Group, Bergamo.

RIASSUNTO. La diagnosi precoce di danno uditivo da rumore (NIHL) potrebbe permettere la messa in atto di misure di prevenzione più efficaci. Lo scopo del nostro studio è stato quello di valutare il possibile utilizzo dell’esame audiometrico alle alte frequenze come indicatore precoce dell’ipoacusia da rumore. Uno studio trasversale è stato condotto coinvolgendo 204 lavoratori esposti a rumore e 100 lavoratori non esposti.
Tutti i lavoratori sono stati valutati con esame audiometrico alle frequenze convenzionali (0.25-8 kHz) ed alle alte frequenze (9-18 kHz) durante l’annuale campagna sanitaria condotta in due cementifici italiani.
Come aspettato, i lavoratori esposti a rumore avevano delle soglie uditive significativamente più alte (P <0.05) ad entrambe le frequenze convenzionali ed alte. Differenze più marcate sono state rilevate per le EHFA.
Inoltre, differenze significative alle EHFA sono state trovate anche nel sottogruppo di lavoratori esposti con soglie uditive normali alle frequenze convenzionali. I nostri dati indicano che il test audiometrico con la valutazione per esteso delle alte frequenze può rappresentare un utile strumento per l’individuazione di precoci innalzamenti della soglia uditiva e che potrebbe essere usato in aggiunta al test convenzionale per meglio prevenire la progressione della ipoacusia da rumore.

EXTENDEN HIGH FREQUENCY AUDIOMETRY IN THE PREVENTION OF NOISEINDUCED HEARING LOSS

ABSTRACT. An early detection of noise induced hearing loss (NIHL) may allow more effective protection measures. Our aim was to investigate the usefulness of high-frequency audiometry to evaluate the possibility of a future use of the high frequencies audiometry as an early indicator for noise induced hearing loss. A cross-sectional study was performed involving 204 industrial noise exposed and 100 non-industrial noise-exposed workers. Each subject was tested with both conventionalfrequency (0.25-8 kHz) and high-frequency (9-18 kHz) audiometry during the annually health surveillance campaign conducted in two Italian cement factories. As expected, noise exposed workers were found to have significantly higher hearing thresholds (P <0.05) at both conventional and extended high frequencies. Marked differences were found for EHFA. Moreover, significant differences at EHFA were detected also in the subgroup of noise-exposed workers with normal findings at conventional audiometry. Our finding indicate that the use of the extended high frequency test may represent a useful tool for detecting early changes of hearing impairment and that it could be used in addition to the conventional test to better prevent the progression of noise hearing loss.

INTRODUZIONE
L’audiometria alle frequenze convenzionali (0,25-8kHz) è ad oggi la metodica utilizzata dal medico del lavoro per l’individuazione precoce del danno uditivo indotto da rumore. Nonostante negli ultimi decenni, si sia osservato un costante decremento della prevalenza della ipoacusia da rumore, l’esposizione a rumore negli ambienti da rumore rimane una delle
cause più comuni di sordità neurosensoriale (1). Ciò induce alla ricerca di misure di prevenzione più efficaci. L’esame audiometrico con la valutazione per esteso delle alte frequenze (Extended High Frequency Audiometry - EHFA), di quelle cioè al di sopra degli 8 kHz, potrebbe esse-Grafico 4. Medie dell’indice distanza per tipo di illuminazione (P= 0.197)  continua >> (2 pagine in PDF)

Corrispondenza: Antonio Pietroiusti, Università Tor Vergata, Via Montpellier 1, 00161, Roma, Tel. +390620902204, Fax +390620902212, e-mail: pietroiusti@med.uniroma2.it

Fonte: G Ital Med Lav Erg 2007; 29:3

 

      

06/05/2008
BLEVE - BLEVE, pronounced /ˈblɛvi/ ("blevvy"), is an acronym for "boiling liquid expanding vapour explosion". This is a type of explosion that can occur when a vessel containing a pressurized liquid is ruptured. Such explosions can be extremely hazardous. continua >>

 

  

 06/05/2008

Spazi confinati

Confined Spaces - Many workplaces contain spaces that are considered "confined" because their configurations hinder the activities of employees who must enter, work in, and exit them. A confined space has limited or restricted means for entry or exit, and it is not designed for continuous employee occupancy. continua >>

Confined space 1

Confined Space Welding Explosion

 

 

  

 06/05/2008

Reactive Hazards - Select a chart by clicking on the associated thumbnail below, or download the entire PowerPoint Presentation continua >>

>

 

  

 06/05/2008

Scavi

Trenching and Excavation - Excavating is recognized as one of the most hazardous construction operations. OSHA revised Subpart P, Excavations, of 29 CFR 1926.650, 29 CFR 1926.651, and 29 CFR 1926.652 to make the standard easier to understand, permit the use of performance criteria where possible, and provide construction employers with options when classifying soil and selecting employee protection methods. continua >>

 

  

 06/05/2008

COSA PREVEDE IL REGOLAMENTO REACH SULLE SOSTANZE CHIMICHE? - Il 1 giugno 2007 è entrato in vigore il regolamento (CE) n. 1907/2006 concernente la registrazione, valutazione e autorizzazione delle sostanza chimiche, noto con l’acronimo REACH (Registration, Evaluation, Authorization of CHemicals), che ha modificato profondamente le regole preesistenti in materia. continua >>

 

  

 06/05/2008

L’impatto di REACH sul settore tessile - Si tratta di un settore strategico per l’industria europea, esposto alla crescente concorrenza internazionale e grande utilizzatore di prodotti chimici per ottenere quelle caratteristiche: quali sono le prevedibili conseguenze dell’applicazione di REACH? continua >>

 

  

 06/05/2008

Bambini e sicurezza - Segnaliamo il Dossier di Italia.gov su Bambini e sicurezza. continua >>

 

  

 06/05/2008

Sport e sicurezza - Segnaliamo il Dossier di Italia.gov su Sport e sicurezza. continua >>

 

  

 06/05/2008

Lavori in quota - Segnaliamo una guida UE sui lavori in quota. continua >>

 

  

Vai alle altre notizie di martedi' 06.05.2008 (Riservate agli abbonati) >>
 

      

Vuoi vedere anche tutte le altre notizie di martedi' 6 maggio 2008 e scaricare i documenti allegati?

Le altre notizie del 06.05.2008 sulla sicurezza e salute sul lavoro (Riservate agli abbonati): Sicurezza nel comparto della pesca - Sorgenti luminose nell'illuminotecnica - Contratti a tempo determinato - Tutti gli aggiornamenti sulla sicurezza pubblicati nelle Gazzette Ufficiali della Repubblica Italiana dal 02.05.2008 al 05.05.2008 e molto altro ancora ...

Se non sei ancora abbonato vai alla pagina ''Come abbonarsi'' e compila il modulo relativo

Se, invece, siete gia' abbonati cliccate qui ed inserite la Vostra UserID e Password

  

    

                             
                             
 Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità per possibili errori od omissioni,
nonché per eventuali danni derivanti dall'uso dei testi e dei relativi collegamenti ipertestuali sopra riportati
                   

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi