GIURISPRUDENZA

   

AMBITO GENERALE

Argomenti trattati nelle sentenze

 

ACCESSO AGLI ATTI IN MATERIA DI LAVORO

E’ vero che, in via generale, le necessità difensive – riconducibili ai principi tutelati dall’art. 24 della Costituzione – sono ritenute prioritarie rispetto alla riservatezza di soggetti terzi, ed in tal senso il dettato normativo richiede l’accesso sia garantito “comunque” a chi debba acquisire la conoscenza di determinati atti per la cura dei propri interessi giuridicamente protetti; la medesima norma, tuttavia, specifica con molta chiarezza come non bastino .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

CIRCOSTANZA ATTENUANTE

Con la seguente sentenza la Suprema Corte si pronuncia, per la prima volta dall’entrata in vigore del nuovo D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, sulla nuova attenuante introdotta dall’art. .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

CONTINUITÀ NORMATIVA DEL DPR 547/55 CON IL D.LGS. N. 81 DEL 2008

Con la seguente sentenza la Suprema Corte, in una fattispecie nella quale il giudice di merito aveva adottato sentenza di proscioglimento per non essere più il reato di cui all’art. 8 d.P.R. 27 aprile 1955, n. 547 previsto dalla legge come reato, ha annullato con rinvio l’impugnata sentenza, affermando che sussiste .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

Quanto alla dedotta abolitio criminis, esattamente l'impugnata sentenza rileva che vi è mera successione di leggi nel tempo tra il D.Lgs. 81 del 2008 e la precedente disciplina di prevenzione degli infortuni sul lavoro; vi e quindi continuità normativa ripetutamente affermata da questa Corte in relazione a numerose fattispecie previste dalla normativa di prevenzione degli infortuni sul lavoro:
a) tra l'art. 8 dell'abrogato D.P.R. n. 547 e la nuova fattispecie prevista dal combinato disposto degli artt. .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

PRODUZIONE DI DOCUMENTI NUOVI IN APPELLO

L'omessa indicazione, nell'atto introduttivo del giudizio di primo grado (ricorso o comparsa di risposta), dei documenti (anche eventualmente attinenti ad "eccezioni" rilevabili d'ufficio) o l'omesso deposito degli stessi contestualmente a questo atto (anche ove quivi indicati), determinano la .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

                           
                         
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità per possibili errori od omissioni, 
nonché per eventuali danni derivanti dall'uso dei testi e dei relativi ipertesti sopra riportati.
    

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi