GIURISPRUDENZA

   

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (DPI)

Argomenti trattati nelle sentenze

 
Assenza di pantaloni antitaglio

..... non è consentito al datore di lavoro invocare a propria discolpa, per farne discendere l'interruzione del nesso causale (articolo 41, comma 2, c.p.), la legittima aspettativa della diligenza del lavoratore, allorquando lo stesso datore di lavoro versi in re illicita per non avere, per propria colpa, impedito l'evento lesivo cagionato dallo stesso infortunato, consentendogli di operare sul luogo di lavoro in .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE DEGLI OCCHI

..... l'adozione di occhiali o schermi appropriati, intende salvaguardare la incolumità del lavoratore dai pericolo di offese agli occhi a causa di schegge non solo in quelle lavorazioni nelle quali tale proiezione sia abituale, ma anche in quelle in cui sia .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

INfortunio per mancanza DI scarpe antinfortunistiche

In termini di piena congruità logica e consequenzialità argomentativa, la corte territoriale ha quindi evidenziato la circostanza dell'intuibile prevedibilità della sempre possibile caduta in terra di oggetti (o di parti di essi, come nella specie) in un ambiente di lavoro come quello organizzato dall'odierno imputato, nonchè l'affermata sussistenza del nesso di causalità tra la . .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

INIDONEITA' DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

..... le protezioni personali messe a disposizione dall'azienda erano del tutto inidonee, tanto che la parte lesa, nonostante fosse munita di tuta ignifuga, di scarpe antinfortunistiche, di ghette (e di quanto altro, attinente sempre alla protezione individuale, indicato dal teste R.) era rimasta ustionata, non essendo il suo abbigliamento .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

INDUMENTI AD ALTA VISIBILITA' E LAVAGGIO

..... il ricorso alle nozioni di comune esperienza attiene all'esercizio di un potere discrezionale riservato al giudice di merito, il cui giudizio circa la sussistenza di un fatto notorio può essere censurato in sede di legittimità solo se sia stata posta a base della decisione una inesatta nozione del notorio, da intendere come fatto conosciuto da un uomo di media cultura, in un dato tempo e luogo; ha quindi confermato la sentenza impugnata che, nel far applicazione del notorio relativamente alla circostanza che gli indumenti di lavoro forniti ai dipendenti addetti alle operazioni di raccolta dei rifiuti abbisognino di .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

MANCATA ADOZIONE DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE

La Corte territoriale ha chiarito che R., specifico destinatario degli obblighi di sicurezza, nel caso concreto, era pienamente consapevole del fatto che il personale addetto non stesse utilizzando le prescritte protezioni, durante le operazioni di travaso dell'acido solforico; e che al predetto garante era, perciò, riferibile la mancata .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

Obblighi del datore di lavoro per i DPI

..... sotto il profilo della violazione di legge e del vizio di motivazione l'omesso esame della domanda subordinata, intesa all'accertamento dell'obbligo del Comune a provvedere al lavaggio delle tute di stoffa, siano esse considerate DPI o come meri abiti da lavoro, non si confrontano con le ragioni a base del decisum del giudice di appello. La Corte territoriale, infatti, ha espressamente valutato l'obbligo datoriale di provvedere al lavaggio tute sia con riferimento alla .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

SCARPE ANTISCIVOLO

La giurisprudenza di legittimità è costante nell'affermare che l'art. 2087 cod. civ., non configura una ipotesi di responsabilità oggettiva a carico del datore di lavoro, con la conseguenza di ritenerlo responsabile ogni volta che il lavoratore abbia subito un danno nell'esecuzione della prestazione lavorativa, occorrendo invece che l'evento sia pur sempre riferibile a .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

lavaggio e la manutenzione degli indumenti di lavoro

Con il presente ricorso gli odierni istanti chiedono l’accertamento del proprio diritto alla corresponsione da parte dell’amministrazione intimata delle somme dagli stessi anticipate per il lavaggio e la manutenzione degli indumenti di lavoro, debitamente forniti, aventi funzione di protezione individuale, con conseguente condanna del .....

Vai alla sentenza per esteso >>  

                             
                         
Sicurezzaonline declina ogni e qualsiasi responsabilità per possibili errori od omissioni, 
nonché per eventuali danni derivanti dall'uso dei testi e dei relativi ipertesti sopra riportati.
    

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi