FAQ

        

VALUTAZIONE DEI RISCHI (V.D.R.)

   

1

Domanda
Come effettuare la valutazione del rischio in imprese che svolgono esclusivamente servizi presso terzi (es. installatori, aggiustatori, autotrasportatori, ecc.)?

Risposta
Se esiste comunque una sede di legale, questa dovrà essere valutata come ..... (continua)  

2

Domanda
Se io possiedo una ditta con 8 dipendenti ai sensi del D.Lgs. 626/94 il datore di lavoro deve valutare i rischi connessi con l´attività che svolge.
Domanda: se viene un ispettore del lavoro è sufficiente che io abbia effettuato l´autocertificazione di aver valutato i rischi, inviato il mio curriculum che ho effettuato il corso di datore di lavoro di 16 ore, inviato alla asl di competenza anche i risultati degli infortuni degli ultimi 3 anni e basta?
La mia attività rimarrà sempre quella: ho due persone che lavorano al pc al disotto delle 20 ore, due autisti, un carrellista formato e informato sull´utilizzo del mezzo, forniti i dispositivi di protezione individuale sia al carrellista che agli altri tre dipendenti che lavorano con delle macchine elettroniche nel settore tessile ed anche a loro gli sono stati dati gli appropriati dpi richiesti dalle schede di sicurezza quando utilizzano alcuni prodotti (oli) solo per la lubrificazione a macchine non in movimento. secondo voi se io realizzo un documento valutazione dei rischi e la situazione rimane invariata nel tempo e ogni anno io datore di lavoro allego al dvr una lettera che attesta che le lavorazioni e i rischi non sono cambiati compreso il personale è sufficiente o ogni anno devo redigere nuovamente il documento valutazione dei rischi?
Vi chiedo questo perchè mi sono informato presso un ispettore del lavoro e mi dice che basta solo l´autocertificazione, la 626/94 dice la stessa cosa,  ditte esterne mi dicono che io devo stipulare il contratto con loro quindi pagare quando ho un corso da datore di lavoro e pagare per l´aggiornamento ogni anno anche se i rischi e le attività lavorative sono le stesse. detto questo premetto che avendo l´attività soggetta al rischio prevenzione incendi ho il cpi, l´ispesl viene a effettuarmi le verifiche di messa a terra, e una ditta mi verifica sia gli estintori che gli idranti. sono a posto così o devo fare qualche altra cosa?
Un´ultima cosa: le schede di sicurezza consigliano i dpi ma leggendole dicono che non sono pericolose in maniera esplicita?

Risposta
In tutte le aziende con lavoratori dipendenti (o assimilati) si applica tutto quanto previsto dal ..... (continua)  

Raccolta di FAQ sulle procedure standardizzate >>  

               

              

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi