FAQ

       

LAVORO NOTTURNO

    

1

Domanda
Si chiede di conoscere se il personale dipendente da una ditta - il cui CCNL applicato considera lavoro notturno il lavoro prestato tra le 22,00 e le 06,00 ed il cui personale dipendente effettua lavoro a turni alternati, uno dei quali ha inizio alle 05.00 – sia da considerarsi “lavoratore notturno”; si chiede, inoltre, se per effettuare il suddetto orario sia necessaria la contrattazione collettiva superando il minimo di 80 giorni all’anno e se per contrattazione collettiva possa essere ritenuto sufficiente un accordo verbale con i dipendenti interessati.

Risposta
E’ necessario, preliminarmente, sottolineare che per essere considerato “lavoratore notturno” il prestatore di lavoro deve svolgere le proprie mansioni durante il periodo
..... (continua)  

2

Domanda
I dipendenti esposti a rischio di "lavoro notturno" devono comunque essere sottoposti alla visita preventiva per rilascio di giudizio d'idoneità al lavoro notturno sebbene non si sappia con precisione il numero di notti annuali in cui sono occupati?

Risposta
Il giudizio di idoneità va espresso prima di
..... (continua)  

3

Domanda
Quale è la periodicità con cui devono essere sottoposti a sorveglianza sanitaria i portieri di notte di un albergo?

Risposta
L'art. prevede
..... (continua)  

4

Domanda
Come vengono calcolate le nuove sanzioni sull'orario di lavoro?

Risposta
L’orario normale di lavoro è fissato in 40 ore settimanali. La contrattazione collettiva ha, invece, la possibilita' di .....
(continua)  

               

  

Home page | In primo piano | Legislazione | Enti normativi | Norme tecniche | Aziende | Forum | Faq | Special links | Come abbonarsi